Dal sito del Filmmuseum.Bannerino_FrancoforteFrancoforte – La passione francofortese per il cinema italiano non accenna ad arrestarsi. Così, dopo la rassegna dedicata a Pasolini, tuttora in corso, ecco un altro importantissimo appuntamento per gli amanti del cinema nostrano: dal 29 novembre all’10 dicembre è in programma Verso Sud, ossia la rassegna cinematografica dedicata al cinema italiano, organizzata dal Deutschen Filmmuseum in collaborazione con una sfilza di organizzazioni e istituzioni italiane: il consolato generale d’Italia e l’istituto italiano di cultura di Colonia, l’associazione Made in Italy, la Camera di Commercio Italiana per la Germania e la Casa di Cultura. Verso Sud è un appuntamento ormai annuale e proprio quest’anno festeggia il suo ventennale.

In occasione di questo importante anniversario, l’organizzazione di Verso Sud ha deciso di omaggiare uno dei più importanti registi italiani degli ultimi trent’anni: Giuseppe Tornatore. Il regista siciliano, premio oscar nel 1990 con il suo capolavoro Nuovo cinema paradiso, sarà presente nella serata d’apertura, il 29 novembre per presentare il suo ultimo film La migliore offerta. L’omaggio a Tornatore non sarà tuttavia limitato alla proiezione del suo ultimo lavoro.

Gli amanti del suo cinema potranno riammirare anche i suoi leggendari capolavori, partendo appunto dalla malinconica poesia di Nuovo cinema paradiso fino al beffardo Uomo delle stelle, passando attraverso il favoloso La leggenda del pianeta sull´oceano e il sicilianissimo e italianissimo Baaria.

Il cinema di Tornatore ha la capacità unica di raccontare e spiegare per immagini le sue e le nostre terre nella loro bellezza ma anche nella sua crudezza; i suoi uomini nella loro bontà spontanea come anche nei loro vizi atavici; i suoi eroi, quotidiani e titanici al tempo stesso, e i suoi carnefici, miserabili quanto potenti. Amore e odio, lacerazione e passione si mescolano in maniera unica nel cinema malinconico di Tornatore, che carezza e al tempo stesso pugno, ricorda in particolare ai migranti italiani, ciò che hanno abbandonato ma anche quello da cui fuggono. Apprezziamo dunque la scelta del Deutschen Filmmuseum.

Il Festival non sarà soltanto un omaggio al grande regista siciliano; saranno anche proposte le opere cinematografiche italiane più importanti del 2013. Un’annata sicuramente molto ricca da un punto di vista artistico. Oltre al ritorno di Tornatore con il già citato La migliore offerta, sono da segnalare gli ultimi lavori di importanti registi come Gianni Amelio, del quale sará proiettato L’intrepido, e Paolo Virzí. Di quest’ultimo saranno proiettati ben due film: Tutti contro tutti e Capitale umano; opere che narrano i drammi e le contraddizioni sociali dell’Italia precaria che ha scoperto la povertà e la paura. Da segnalare anche Miele, che segna l’esordio di Valeria Golino alla regia.

Il programma integrale può essere visionato sul sito del Deutschen Filmmuseum, dove è possibile anche riservare e acquistare i biglietti per le varie proiezioni. Sempre sullo stesso sito, è possibile visionare la scheda tecnica di ogni film in programma come anche il trailer. Auguriamo una buona visione a tutti gli amanti del cinema con lo sguardo rivolto verso Sud.

Ruggiero Gorgoglione

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!