© Sivi Steys / CC BY SA 2.0
© Sivi Steys / CC BY-SA 2.0

Sarà il più grande sciopero dei conducenti di mezzi pubblici che Berlino e la Germania ricordino. E cadrà in un periodo particolare, nel pieno delle celebrazioni per il 25° anniversario della caduta del Muro.

Si prospetta un weekend difficile, nella capitale tedesca e nel resto del paese, per quello che concerne la mobilità: da mercoledì alle 15 e fino alle 2 del mattino di lunedì, i treni regionali, gli interregionali e le S-Bahn subiranno cancellazioni totali.

In città sarà istituito un servizio sostitutivo con autobus che, per quanto possibile, cercherà di limitare gli enormi disagi previsti nelle 98 ore consecutive di sciopero indette dal sindacato dei ferrotranviari GDL.

Il sindacato ed i suoi iscritti protestano in seguito all’interruzione delle trattative con Deutsche Bahn per la revisione del contratto nazionale. E lo fa nel momento più eclatante, quando tutti i riflettori d’Europa sono puntati sulla Germania, con centinaia di migliaia di visitatori previsti per il prossimo fine settimana.

Non sarà invece coinvolta nello sciopero la BVG, il servizio locale di Berlino che gestisce autobus, tram e U-Bahn, i quali circoleranno normalmente (anche se sovraccaricati dalla mancanza di alternative).

«È una decisione egoista di pochi, alle spese di molti. Invitiamo i conducenti dei treni a recarsi a Berlino per l’anniversario, dato che avranno tanto tempo libero nel weekend», ha tuonato Burkhard Kieker, il manager di Visit Berlin.

2 Commenti

Comments are closed.