© Pierangelo Zavatarelli / CC BY NC 2.0
© Pierangelo Zavatarelli / CC BY NC 2.0

Un grande abbraccio collettivo, in nome della libertà: a Berlino, il prossimo 9 novembre, centinaia di migliaia di persone si ritroveranno tutte assieme davanti alla Porta di Brandeburgo, per celebrare il 25esimo anniversario della Caduta del Muro.

Da mezzogiorno fino alla sera inoltrata, il luogo simbolo di Berlino (dove, un tempo, si stagliava il muro) ospiterà un evento-concerto che rappresenterà il fulcro delle celebrazioni popolari.

Grande protagonista sarà sicuramente Peter Gabriel, che durante la festa interpreterà una versione inedita di “Heroes” di David Bowie, un vero e proprio inno d’amore contro la barriera delle ingiustizie.

Ma non solo: il pubblico potrà anche ballare con la techno di Paul Kalkbrenner, godersi un’esibizione della rockstar tedesca Udo Lindenberg, ascoltare interventi e testimonianze di esponenti politici e culturali che ricorderanno l’importanza della Caduta del Muro per la città.

Il festival, moderato dall’attore Jan Josef Liefers, vedrà la presenza di Angela Merkel e di Daniel Barenboim, che dirigerà la Staatskapelle durante l’esecuzione di alcuni componimenti di Beethoven.

Ecco, dunque, il programma completo del 9 novembre 2014 (l’ingresso è gratuito):

ore 12: Prova generale pubblica della Staatskapelle di Berlino diretta da Daniel Barenboim

ore 14: Apertura del programma pomeridiano con esibizioni di break dance, musica dal vivo, proiezione di video

ore 18: Avvio del programma serale moderato da Liefers

ore 19.20: I palloncini luminosi della Lichtgrenze verranno liberati verso il cielo, commemorando il momento dell’apertura del Muro (ecco tutti gli orari)

fino alle 23: esibizioni di Peter Gabriel, Paul Kalkbrenner, Ugo Lindenberg e dell’orchestra diretta da Daniel Barenboim

Nel weekend del 7-9 novembre, Berlino ospiterà numerosi altri eventi celebrativi: la lista completa qui.

1 commento

  1. Ho vissuto momenti di libertà infinita e pregato per la libertà del popolo tedesco, ho palpitato per i passi successivi e seguito la rinascita economica, ( senza una libera e forte economia la libertà del singolo può venir meno) a cui tutta europa ha partecipato concretamente ( ricordo una agenzia per le privatizzazioni…). Il nord europa sarà solidale con il sud europa mostrando come si può sviluppare la ricchezza con un porto efficiente nell’ alto adriatico che riporti i fasti di Venezia del 1400?

Comments are closed.