Amara Lakhous (ph: Christian del Monte)
Amara Lakhous (ph: Christian del Monte) dal sito ufficiale

di Berta del Ben

Quanto hanno in comune un maiale e un ascensore, uno in un quartiere popolare di Torino e l’altro a Piazza Vittorio a Roma? Per chi conosce Amara Lakhous, moltissimo.

Per gli altri basterà la curiosità dell’abbinamento ad accettare l’invito all’incontro con uno dei più interessanti scrittori di letteratura italiana contemporanea, in arrivo a Berlino per la seconda settimana della rassegna Oltremare, organizzata da Mondolibro in collaborazione con l’Istituto italiano di cultura Berlino.

Amara Lakhous, nato ad Algeri (1970) trasferitosi in Italia dal 1995 con una geografia che si snoda tra Roma e Torino, ha all’attivo quattro romanzi scritti in italiano e in arabo e tradotti in inglese, francese, tedesco, coreano.

A Berlino presenterà l’ultimo romanzo Contesa per un maialino italianissimo a San Salvario (e/o edizioni, 2013) in cui le sfumature del suo scrivere tra noir e commedia all’italiana, raccontano l’Italia di oggi a partire dal quartiere popolare e multiculturale di Torino in cui un maialino diventa appunto oggetto di contesa, mentre le cronache giornalistiche si lanciano in analisi sociologiche sulle migrazioni, dopo alcune uccisioni in città.

Il tutto è raccontato a partire dalla vita del protagonista, Enzo Laganà, un giornalista di origine calabrese, un personaggio che non nasconde le parentele con il commissario Fabio Montale figlio della penna dello scrittore marsigliese Jean-Claude Izzo.

Siamo infatti in quel che può essere definito “noir mediterraneo”, se possa essere usata questa categoria per riunire tutti i racconti di chi scrive scegliendo lo sguardo dell’inchiesta di un commissario o un giornalista come prospettiva efficace per raccontare la realtà.

I luoghi sono porti, a volte con acqua e a volte senza, come nelle periferie delle città, e cioè luoghi di transito in cui allo stesso tempo si radicano le permanenze di chi viene da un altrove e porta con sé mondi pronti a trasformare la terra di approdo.

Cogliere e raccontare queste trasformazioni mescolando noir e comicità, è l’operazione che Amara Lakhous compie in forme brillanti che lo hanno reso uno scrittore di successo internazionale e una delle penne più interessanti della letteratura italiana contemporanea.

L’appuntamento per la presentazione del libro è per Venerdì 4 Aprile presso la libreria Mondolibro alle ore 19.00.

Domenica 6 Aprile alle 16, presso il Kino Babylon, all’interno della rassegna CinemAperitivo, verrà invece proiettato l’adattamento cinematografico del secondo romanzo di Amara Lakhous, Scontro di civiltà per un ascensore a Piazza Vittorio, uscito nel 2010 con la regia di Isotta Tosi. La proiezione è in lingua originale con sottotitoli e verrà seguita da una nuova occasione di dibatto alla presenza dello scrittore.