lichter filmfest

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Da domani, martedì 25 marzo, fino a domenica 30 marzo avrà luogo il Lichter Filmfest Frankfurt International: il festival di cinema locale e internazionale che da sette anni si svolge in diverse location della città. Come l’anno passato come centro del festival verranno utilizzati gli spazi dell’enorme atrio del VAU, l’edificio della Mainzer Landstrasse 23: un complesso di 50 metri costruito nel 1992 e attualmente senza un utilizzo permanente.

Nato come festival regionale sette anni fa sotto la direzione Gregor Maria Schubert, oggi è curato anche da Michael Hack e Johanna Süss. Trentacinque le opere in concorso selezionati tra circa centocinquanta pellicole che si erano presentati alle varie sezioni della competizione. I lungometraggi sono undici (di cui otto prime visioni) e ventiquattro cortometraggi. Le produzioni comprendono i migliori film prodotti nella regione del Rhein-Main sia essa utilizzata come location per le riprese o come sede delle produzioni o della post-produzione. La sezione internazionale invece ha come tema “Humor, Komik und Komödie. In questo caso sono dodici i lungometraggi in gara.

Oltre alle due sezioni il programma offre anche dibattiti e seminari dedicati al tema del comico così come alla critica cinematografica.

Inoltre sono numerose le proiezioni di film fuori-concorso sia di corti che lungometraggi, tra cui segnaliamo anche Miele, produzione italo-francese scritto e diretto da Valeria Golino. In questa sezione si trova anche la commedia del comico tedesco Helge Schneider: 00 Schneider – In Wendekreis des Eidechse.

Alla già abbondante carne al fuoco, va aggiunto anche il Lichter Art Award, un premio per la migliore installazione di videoarte da assegnare a una delle cinque opere finaliste provenienti da Francia, Brasile, Nuova Zelanda e Sud Africa.

Infine segnaliamo un omaggio a Rosa von Praunheim, regista tedesco classe 1942 impegnato contro la discriminazione degli omosessuali che presenta in anteprima mondiale il suo ultimo lavoro Praunheim Memoires. Verranno proiettati anche altri due suoi film a cui lo stesso regista presenzierà in sala: Unsere Leichen leben noch e Meine Mutter – Spurensuche in Riga.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!