guerillieros_1_13x18
Dal sito della Mousonturm

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Al Mousonturm, la “frabbrica della cultura” nei pressi di Merian Platz, andrà in scena lo spettacolo Nach dem Zorn di Sthephane Bittoun. Uno spettacolo teatrale proposto la prima volta a dicembre che ha avuto un incredibile successo e che di nuovo verrà messo in scena sul palco del Mousonturm, venerdì 14, sabato 15 e domenica 16 marzo.

La Mousonturm
La Mousonturm. Foto dal sito.

La trama surreale dell’opera narra le avventure di rivoluzionari reali e immaginari, contemporanei e del passato, le cui storie si intrecciano in un garbuglio di eventi. L’inizio promette bene: tutto comincia con Fidel Castro che si innamora di una delle Pussy Riot e decide di fingersi Che Guevara per sedurla e poi partire per una missione col fine di liberarla. Non andrà tutto secondo i piani e in capovolgimenti improbabili, oltre a loro, ad arricchire la trama saranno i personaggi di Auug Suu Kyi, Julian Assange, E.T Lawrence e il vero Che Guevara.

La recitazione, fedele al gran miscuglio di personaggi, sarà in quattro lingue: tedesco, spagnolo, russo e inglese ed ogni

sezione verrà sottotitolata. Il biglietto d’entrata è di 17 euro (8 il ridotto).

La Mousonturm è un centro culturale e artistico dove si spazia dalla danza al teatro alle arti figurative aperto nel 1988 all’interno dell’ex fabbrica di saponi e profumi Mouson. L’edificio è di inizio Novecento e secondo alcuni conta come il primo grattacielo della città. Il progetto di aprire una fabbrica culturale dentro la vera fabbrica abbandonata fu lanciato la prima volta a fine anni Settanta, ma venne realizzato di fatto solo nel 1988. Da allora la Mousonturm è casa per artisti indipendenti tedeschi e internazionali.

[ale-gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!