© Kiez Toolbox
© Kiez Toolbox

Chiacchiere a voce alta, urla, rumore di bicchieri infranti, fumo di sigaretta, musica, risse. Per chi ha la sfortuna di vivere nelle immediate vicinanze di un locale notturno, ogni weekend si trasforma in un incubo.

A Berlino, la guerra tra gestori e residenti è apertissima: una convivenza difficile che, ogni anno, genera centinaia di contese legali che – spesso e volentieri – si risolvono a favore di questi ultimi.

Trovare una soluzione è compito arduo. I gestori cercano di impedire la permanenza prolungata dei propri ospiti all’esterno dei club dopo un certo orario, ma non è sempre semplice gestire grandi quantità di persone, e lo sforzo richiede ingenti investimenti per l’assunzione di nuovo personale di sicurezza.

La svolta sarebbe convincere i frequentatori stessi a migliorare il proprio comportamento durante le ore notturne. Già, ma come? La ClubCommission di Berlino ha elaborato una campagna di sensibilizzazione in grado di veicolare il messaggio attraverso l’arte. In puro stile berlinese.

L’idea è quella di inviare dei mimi professionisti – gli “Stille Wächter der Nacht”, i guardiani silenti della notte – al di fuori dei locali durante le ore notturne, sul modello di quanto fatto a Parigi con il gruppo Les pierrots de la nuit, la cui squadra comprende circa oggi 80 persone.

I mimi, attraverso l’improvvisazione teatrale e l’ironia, dovrebbero “insegnare” agli avventori come divertirsi rispettando il valore del silenzio: alla fine della performance, che vedrà gli attori interagire attivamente con i frequentatori, verranno consegnati dei volantini di spiegazione del progetto.

La proposta fa parte di un progetto più ampio, e attualmente in cerca di finanziamenti, chiamato DIE POP IM KIEZ – Toolbox, con cui la ClubCommission cerca di arginare il problema del rumore e della spazzatura originata dai divertimenti notturni della città attraverso intuizioni alternative ed innovative. Per ogni curiosità, potete consultare il sito ufficiale dell’iniziativa.