Stienitzsee [© Gerrit Burow on Flickr / CC BY 2.0]
Stienitzsee [© Gerrit Burow on Flickr / CC BY 2.0]

Il Brandeburgo avvolge Berlino come una coperta.

Tutt’attorno alla capitale, boschi e corsi d’acqua forniscono protezione alla grande metropoli, creando una sorta di “cerchio magico” che si nota distintamente quando ci si avvicina alla città in macchina, transitando attraverso fitte foreste e ampi laghi.

[© Thomas Kohler on Flickr / CC BY SA 2.0]
Herrensee [© Thomas Kohler on Flickr / CC BY SA 2.0]

Proprio questi ultimi, i laghi, sono una delle caratteristiche distintive della regione: ce ne sono a decine, di varie forme e dimensioni, distribuiti per tutto il territorio. Una cintura d’acqua che cinge Berlino da Est a Ovest senza soluzione di continuità.

Un’avventura obbligata per gli amanti della natura e delle escursioni è, senza dubbio, il 66-Seen-Wanderweg (Il sentiero dei 66 laghi), un percorso di 416 chilometri che costeggia ben 66 specchi d’acqua del Brandeburgo: dal Wannsee al Wandlitzer See, passando per gli sconosciuti Schermützel See e Bützsee.

Il tragitto prevede 17 tappe totali, con partenza e arrivo da Potsdam, la capitale del Brandeburgo. Tuttavia, trattandosi di un sentieri ad anello, inizio e fine possono essere decisi indifferentemente: il percorso, che si snoda lungo fiumi e foreste di pini, toccando anche numerosi caratteristici villagi, resta ugualmente piacevole.

Per avere più informazioni sul 66-Seen-Wanderweg, potete consultare nell’ordine il sito ufficiale del sentiero e leggere questo bellissimo reportage in inglese scritto da Paul Scraton su Slow Travel Berlin.

1 commento

Comments are closed.