[© Andreas Lehner on Flickr / CC BY 2.0]
Andreas Lehner on Flickr / CC BY 2.0]

di effeerre

La parola sullo Zingarelli 2010 non esiste. Se ci fosse, la troveremmo dopo il termine “Gentlemen’s agreement”.

Dunque, io almeno gli do questo senso.

Un padre di famiglia turco un giorno scopre con imbarazzo un grande bacarozzo nero sul pianerottolo. Dalla porta accanto, sempre chiusa, ne esce immediatamente un altro. L’uomo preoccupato bussa, bussa di nuovo, e sentendo provenire dei passi finalmente si rassicura.

Apre un ragazzetto dalla carnagione chiara, col cappellino da baseball e la maglietta di Mickey Mouse. Senza dare un istante all’uomo, che prova a dire qualcosa, il ragazzo si china fulmineo a raccogliere i due animaletti, uno dei quali è già in fuga per la vittoria.

“È un progetto artistico sui Beatles”, dice il ragazzetto in inglese, una lingua che l’uomo non capisce. Torna dentro e chiude la porta.

L’uomo turco resta di stucco: ma in cuor suo capisce che qualcosa non va per il verso giusto.

Fine della storiella. Questo è il senso che do io alla parola Gentrificazione. Come si può vedere, tutt’altro rispetto al Gentlemen’s agreement.

 

Stazione precedente | Stazione successiva


NächsteStationDesign2

Nächste Station è una raffinata collezione di appunti sparsi e di testi nati casualmente nei café, sulle metropolitane, mentre si aspetta un dürum döner, sesamsoße, ohne rotkohl e altri generi di attese berlinesi.

È pubblicata (ir)regolamente su il Mitte ogni 3/4 giorni.

efferre, al secolo Filippo Rosso, è nato e cresciuto a Roma. Il suo sito è www.filipporosso.net