[© Zeitfixierer on Flickr / CC BY SA 20]
Zeitfixierer on Flickr / CC BY-SA 2.0]

Spendere 500 euro mensili per dormire in una stanza da dieci metri quadrati, condividendo una cucina (senza finestre) e un piccolo bagno con altri tre.

È successo ad un 28enne spagnolo, arrivato a Berlino per frequentare uno stage all’interno di una società di IT; il giovane, dopo settimane di vane ricerche per un alloggio, ha deciso di affittare una stanza ad un prezzo da record.

All’interno di una WG di Friedrichshain, tra le zone più richieste dai nuovi arrivati a Berlino, Thomas ha finalmente trovato una stanza libera. Ad un prezzo, tuttavia, proibitivo: 43 euro al metro quadrato, più quasi 100 euro di Servicegebühr. Cose che nemmeno a Roma.

«Non ho avuto scelta», ha spiegato il nuovo immigrato a BZ. «Avevo poco tempo per trovare casa e poca familiarità con la città. Questa, per me, era l’unica possibilità». Oggi, però, Thomas ha deciso di cambiare appartamento.

La sua retribuzione in stage – 500 euro – gli basta appena per ripagare l’affitto. Così, il giovane ha deciso di raccontare la sua storia ai giornali, sperando di mettere in guardia chi verrà dopo di lui. Che sia troppo tardi?

Fateci sapere se avete vissuto storie simili, oppure se conoscete qualcuno che abbia dovuto pagare un affitto proibitivo: scriveteci nei commenti, oppure a [email protected]

2 Commenti

  1. qui a Londra giusi paga 650 pound per una stanza in una casa senza soggiorno ….le zone comuni si riducono a un bagno e un cucinino molto piccolo!….Leandra che l’ha presa un pò più grande paga 690 pound….l’unica consolazione è che le spese sono incluse e il ricaldamento rimane sempre acceso!

  2. Questo succede perchè le “pecore” cercano casa solo in determinati posti che secondo loro sono “cool”, questa eccessiva domanda in certe zone di Berlino porta a un fisiologico aumento dei prezzi, è la più semplice legge economica, le stesse “pecore” poi si lamentano dei prezzi che aumentano, ma và….ci sono molte persone ormai che sono mentalmente limitate e vogliono vivere solo a Kreuzberg/Neukoelln/Friedrichshain, automi replicanti e modaioli che pensano che Berlino sia solo questi pochi chilometri quadrati..e spesso non conoscono altro della città, non ne conoscono la storia, conoscono solo i locali, i clubs e dove far festa, si gasano per una reale o ipotetica serata al Berghain (complimenti per aver fatto sole 4 ore di fila a -15 gradi e per essere stato rimbalzato da un coglione tatuato a cui non è piaciuto il tuo occhiale da intellettuale “de sto cazzo”). Tutta la “grandezza” di Berlino insultata da questa gente…e il “Gleis 17”? Mah sì, cosa vuoi che sia…vuoi mettere 4 ore di fila al Berghain, questo è cool…fanculo!

Comments are closed.