© Senato Berlino
© Senato Berlino

Il Tempelhofer Feld, il grando parco che fino al 2009 ospitava il terzo aeroporto di Berlino, potrebbe presto cambiare volto.

Il senato cittadino sta infatti valutando la possibilità di costruirci uno specchio d’acqua, a metà tra uno stagno ed un piccolo lago, costruito per migliorare il microclima dell’area e “come nuovo habitat per gli insetti e gli anfibi”.

I lavori del progetto, in fase di approvazione, potrebbero partire già tra poche settimane. Il lago artificiale sarà largo 500 metri e lungo 120, per una superficie totale di oltre tre ettari – la dimensione di quattro campi di calcio.

* leggi anche: Scuole, palazzi, un lago: ecco Tempelhof del futuro *

Il Tempelhofer See ha attirato le critiche degli ambientalisti, che lo hanno definito “una piscina di design” mettendone in dubbio l’effettivo valore ambientale. Sotto accusa anche il costo dell’intera operazione, 11 milioni di euro, di cui 4,9 provenienti da fondi comunitari.

Ormai da mesi, alcune associazioni stanno raccogliendo firme attraverso una petizione online per impedire modifiche di qualsiasi tipo al grande parco pubblico dove si svolge ogni anno il Berlin Festival.

Secondo il Landesgeschäftsführer del BUND Tilmann Heuser, «la decisione su come riutilizzare Tempelhof dovrebbe essere presa dai cittadini, non dalla politica».

1 commento

  1. siamo al ridicolo.
    se non costruisci, ti accusano di non fare niente.
    se costruisci, è perchè speculi.
    se vuoi fare un lago, togliendo magari le piste di cemento che ormai non servono più a niente e tolgono solo spazio al verde, allora è “una piscina di design”.
    il paradosso è che ormai la maggior parte delle persone parlano proprio perchè non hanno niente da dire.

Comments are closed.