Elizabeth Reiter, Maren Favela, Stine Marie Fischer, Michael König, Camilla Nylund, Claudia Mahnke, Brenda Rae, Daniel Schmutzhard, © Monika Rittershaus
Elizabeth Reiter, Maren Favela, Stine Marie Fischer, Michael König, Camilla Nylund, Claudia Mahnke, Brenda Rae, Daniel Schmutzhard (© Monika Rittershaus)

FRANCOFORTE – È cominciata ieri la prijhogrammazione all’opera di Francoforte dello spettacolo Ariadne auf Naxos di Richard Strauss.

Se siete appassionati del genere non vi potrete far mancare l’occasione di ammirare questa opera diretta da Brigitte Fassbaender, una delle più importanti cantanti d’opera del suo tempo che, scesa dal palco ha deciso di mettersi dietro le quinte per dirigere.

È la prima volta che Frau Fassbaender porta in scena un’opera in un teatro così importante come quello di Francoforte. L’opera cittadina da diversi anni fa incetta di premi internazionali tra cui anche quello di migliore teatro dell’opera d’Europa. Il test, per l’ex-star, era importante. La prima di settimana scorsa ha confermato la caratura dell’artista: un successo.

Merito va anche a Strauss e al suo librettista Hofmannstahl che ad inizio novecento scrissero questo spettacolo non senza qualche difficoltà di comprensione. Il risultato è comunque meraviglioso. Nella messa in scena attuale spiccano i costumi e le scenografie e ovviamente le performance dei cantanti, con particolare attenzione a Claudia Mahnke nel ruolo del Compositore e Brenda Rae nel ruolo di Zerbinetta. Quest’ultima, nel secondo atto, impressiona notevolmente dando pieno sfogo a tutte le sue doti canore.

La trama, a discapito del titolo, non è una riproposizione del mito greco di Arianna, ma piuttosto un’elaborazione quasi postmoderna. Una compagnia teatrale d’opera e una compagnia di commedia dell’arte si incontrano e ricevono la consegna da un ricco nobile di mettere insieme le loro arti. Così ne viene fuori una Arianna divisa tra tragedia e commedia, tra momenti intensi e leggeri che nascondono le tensioni tra le due compagnie, ognuna con la propria idea di teatro.

Lo spettacolo andrà in scena a più riprese fino a gennaio. Tutte le informazioni qui.

Ps. Ti è piaciuto questo articolo? Rimani aggiornato con tutte le ultime novità da Francoforte cliccando “mi piace” alla nostra pagina Facebook.