waxahatchee

C’è accumulato un po’ di tutto, nel backyard musicale di Waxahatchee, l’artista emergente americana che ha stregato pubblico e critica con il suo secondo album “Cerulean Salt”: ingenuità e consapevolezza, folk e punk, melodie dolci e chitarre distorte, una voce adolescente e graffiante allo stesso tempo.

Il terreno è fertile; in parte ben curato, in parte selvaggiamente incolto. Katie Cruchfield, la ventiquattrenne dell’Alabama che sta dietro al progetto, ha nell’espressività e nella schiettezza i suoi punti di forza. La sua voce e la sua chitarra sono rudi, dirette, senza fronzoli.

Se la conoscete già, o siete interessati a scoprirla, l’appuntamento è fissato per il 9 ottobre 2013 al Privat Club di Kreuzberg, dove Waxahatchee si esibirà in esclusiva per il pubblico berlinese (biglietti a 12,70€). Ecco qui un assaggio della sua musica: