[© michael.berlin on Flickr / CC BY-SA 2.0]
[© michael.berlin on Flickr / CC BY-SA 2.0]

La discussa imposta di pernottamento, la tassa di soggiorno con cui Berlino vorrebbe cercare di massimizzare i ricavi portati dal turismo, potrebbe essere riutilizzata per finanziare le iniziative culturali della città.

A dichiararlo è stato Klaus Wowereit (SPD), sindaco di Berlino dal 2001, secondo cui i fondi dovranno essere destinati soprattutto alla scena artistica cittadina.

Nei prossimi mesi, infatti, il prezzo di ogni albergo in città dovrebbe essere aumentato del 5% come previsto dal criticato provvedimento per la “manutenzione straordinaria”.

«Se sono i turisti i primi a godere del panorama culturale offerto dalla città, è giusto che i loro soldi vengano investiti per ampliarlo e ristrutturarlo», questo il ragionamento del sindaco.

Il quale però non vorrebbe utilizzare l’introito per finanziare progetti di artisti indipendenti, al momento i meno tutelati dalla capitale tedesca. Ad essi saranno destinati solo 10 milioni di euro nel prossimo biennio, una minima parte rispetto al budget totale destinato alla cultura.

(e.bar)

2 Commenti

Comments are closed.