Via My Public Domain Pictures
Via My Public Domain Pictures

37 nuove piste ciclabili per un totale di 40 chilometri: così Berlino risponde all’associazione ADFC, che aveva giudicato insufficienti gli sforzi della capitale tedesca in materia di sicurezza dei ciclisti. La proposta, arrivata dal Senatore allo Sviluppo Urbano Michael Müller, prevede anche uno sforzo ingente per il miglioramento della rete attuale.

L’obiettivo dichiarato del Senato è quello di costruire in città 1500 km di piste ciclabili: al momento, ce ne sono “soltanto” 1071. Cifre impensabili in Italia: a Milano, per fare un esempio, ce ne sono 140, a Roma 225 (ma un piano li dovrebbe portare a 1000 entro il 2020).

Nella capitale tedesca, dove il 15 per cento dei trasporti totali è effettuato sulle due ruote, il tema è sempre molto sentito. Per allungare le corsie riservate ai ciclisti serviranno nuovi finanziamenti, per un totale di circa 5 milioni di euro: non appena arrivati, si procederà all’inizio dei lavori. I primi 16 chilometri dovrebbero essere completati già entro la fine dell’anno.

Intanto, però, ci sono già le prime polemiche. Secondo la BILD, che ha stilato un elenco delle vie interessate dalle piste ciclabili in fase di progettazione, i nuovi percorsi porteranno grandi disagi per gli automobilisti, sottraendo un gran numero di parcheggi in zone già ad altissima densità.