[© csztova on Flickr / CC BY 2.0]
csztova on Flickr / CC BY 2.0]

The Monuments men, mai titolo fu più profetico. È proprio un monumento, infatti, quello che l’attore e regista americano George Clooney vuole faccia parte della sceneggiatura del suo ultimo film: il Duomo di Aquisgrana. L’edificio verrà parzialmente replicato all’interno degli studi Babelsberg di Potsdam, dove in settimana sono cominciati i lavori preparatori.

Dopo il successo ottenuto agli Oscar come produttore per Argo, Clooney non ha la minima intenzione di rallentare. La sua prossima opera da regista è tratta dal libro “The Monuments Men: Allied Heroes, Nazi Thieves, and the Greatest Treasure Hunt in History” di Robert Edsel, e racconta la vera storia di alcuni esperti d’arte inglesi e americani che, durante la seconda guerra mondiale, si adoperarono per salvare dalle grinfie di Hitler alcune preziose opere d’arte rubate dai soldati nazisti.

Un thriller drammatico che vedrà all’opera un cast d’eccezione: oltre allo stesso regista-attore ci saranno sul set Daniel Craig (Munich, Skyfall), Matt Damon (Will Hunting, The Bourne Trilogy, Invictus), Cate Blanchett (Io non sono qui, Elizabeth) e Bill Murray (Lost in Translation, The Royal Tenenbaums).

L’impatto di Clooney su Berlino era stato evidente quando, poche settimane fa, migliaia di persone si erano messe in coda per ottenere un ruolo di comparsa all’interno della pellicola, sostando per ore al freddo in attesa del proprio turno. Ma il Premio Oscar di Syriana non è l’unica star del cinema americano che transiterà per Berlino nei prossimi mesi: la trasformazione di Berlino in una Hollywood europea è già in atto.