Rubano un furgone pieno di… cadaveri. Ha dell’incredibile l’episodio di cronaca avvenuto domenica notte a Berlino: alcuni ladri hanno sottratto il veicolo di un servizio di onoranze funebri su cui erano stati caricati dodici corpi in attesa di essere portati al crematorio.

Il guidatore del furgone, dopo aver terminato le operazioni di caricamento, si è allontanato dall’abitacolo per pochi minuti (a quanto pare, doveva lavarsi le mani). Al suo ritorno, però, non ha più trovato nulla – furgone, bare, corpi. Tutto svanito in men che non si dica.

I cadaveri dovevano essere trasportati da Berlino alla Sassonia, fino all’economico crematorio di Meissen, molto utilizzato perché offre il servizio a costi molto bassi. Un portavoce dell’azienda vittima del furto ha difeso il guidatore: “Il nostro dipendente non ha sbagliato nulla“, riporta il Die Welt. “Durante il breve allontanamento aveva chiuso il furgone”.

I dodici corpi sono scomparsi nel nulla, e le famiglie non sanno ancora se riusciranno mai ad avere le ceneri dei propri cari. Ora la polizia sta indagando, su questo e su altri casi simili: sono numerosi, infatti, i furgoni rubati a Berlino e dintorni negli ultimi giorni.

1 commento

  1. Notizia originale, degna di uno sketch cinematografico, ma si coglie l’impressione di una situazione generale di impreparazione da parte degli organi di controllo del territorio, considerato il ripetersi di episodi simili senza alcun riscontro giudiziario.

Comments are closed.