(© sincerelyyours-kate.blogspot.de)

Una persona su tre, a Berlino, vive sola: a rivelarlo è l’Ufficio Federale di Statistica. La capitale tedesca, dunque, è una delle città tedesche con tasso più alto di famiglie unipersonali.

Una tendenza in aumento anche nel resto della Germania, dove nel 2011 circa 15,9 milioni di persone hanno vissuto da sole. Il numero è aumentato significativamente nel corso degli ultimi 20 anni: nel 1992, i “single” erano 11,4 milioni. Un aumento del 40%

In generale, nelle grandi città il numero è più elevato: il record è di Hannover, dove i single sono il 33 per cento, mentre tra i capoluoghi è Duisburg a far registrare il dato più basso (22 per cento).

Nelle comunità inferiori a 5000 abitanti, invece, i “single” sono soltanto il 14 per cento. Vi sono differenze significative tra Est e Ovest: in Germania orientale, il numero di persone che vivono da sole è aumentato del 57 per cento dopo la riunificazione.

Il presidente dell’Ufficio Federale di Statistica, Roderich Egeler, ha sottolineato che le persone che vivono da sole hanno più probabilità di soffrire di povertà: sono seconde solo alle famiglie monoparentali.

Nella giovane fascia d’età rientra un maggior numero di uomini, mentre dopo i 65 anni, sono più donne a vivere sole.

In generale, la Germania si piazza al secondo posto, dopo la Svezia, nella classifica europea. Al sud,  Cipro e Malta, ad esempio, risiede un numero inferiore di single. Una questione legata al clima?

di Oriana Poeta

2 Commenti

  1. Considerando che fino all’anno scorso il divorzio era illegale a Malta direi che non si tratta di clima quanto di mentalità. Ma diamogli tempo, scopriranno presto anche loro le gioie della vita da single.

Comments are closed.