Circa 500 club e discoteche in tutta la Germania, sabato, daranno vita ad una originalissima protesta. Per manifestare il proprio dissenso rispetto alle nuove regole fiscali imposte dalla GEMA, che potrebbero causare la chiusura di molti storici siti del divertimento notturno, i locali fermeranno la musica per cinque minuti allo scoccare della mezzanotte.

«Questa azione servirà ad informare gli ospiti del problema e a sensibilizzarli», ha detto il direttore della Bundesverbandes deutschen Discotheken und Tanzbetriebe (BDT), Stephan Büttner, mercoledì a Berlino. La riforma avviata dalla Gema, che abbiamo già analizzato nel dettaglio in questo articolo, potrebbe trasformarsi in un pesante fardello per le casse dei locali notturni di Berlino e non solo.

Intanto la protesta ha raccolto altre adesioni, anche dal mondo politico. Il presidente dei Giovani Socialdemocratici, Björn Bohning, ha chiesto che la GEMA tenga in considerazione anche gli interessi dei gestori. Queste decisioni porterebbero ad un «massiccio aumento dei costi», ha detto Bohning, che vorrebbe un ripensamento dei piani della società.

Katrin Schmidberger, un portavoce del Culture Club Green, ha definito «assurda» la riforma tariffaria. «É proprio alla sua vita notturna che Berlino deve gran parte della sua celebrità», ha detto Schmidberger. «Riforme come questa non possono che peggiorare l’immagine della città nel resto del mondo».

1 commento

  1. Non sapevo nemmeno che i locali di Berlino fossero già aperti a mezzanotte. Se vogliono sensibilizzare qualcuno oltre al barista e alla ragazza del guardaroba dovrebbero farlo più tardi ^^

Comments are closed.