Un’immagine della Fete de la musique

Era il 1982 quando Jack Lang, allora Ministro della Cultura in Francia, decise di istituire la Fête de la Musique: un appuntamento dedicato alla musica che sarebbe caduto, ogni anno, il primo giorno d’estate.

Da allora, la Fête de la Musique è diventata un appuntamento globale, che si tiene contemporaneamente in oltre trecento città. Difende orgogliosamente le sue radici: “La Fête non è un festival musicale, ma una festa di strada”, si legge sul sito ufficiale della manifestazione.

Le porte della Fête sono infatti aperte a chiunque voglia parteciparvi: cantanti e musicisti di ogni genere e provenienza. “Vogliamo dare alla gente l’opportunità di condividere un momento davvero speciale attraverso la musica”, spiega il sito.

© Alex Laljak

Dal 1995 l’evento si tiene anche a Berlino, ogni 21 giugno. Anche quest’anno, la Fête porterà in città 79 palchi all’aperto e 26 appuntamenti indoor. Tutti i quartieri sono coinvolti, ad eccezione di Reinickendorf e Marzahn.

Si comincia alle 16 e si prosegue fino a tarda notte, con i concerti al chiuso della Fête de La Nuit. Durante la festa si potranno ascoltare esibizioni di musica classica, di jazz, di world music, di rock, di pop, di funk, di punk, di rap ed altri ancora.

All’interno del Centre Francais suoneranno insieme musicisti francesi e tedeschi, a celebrare il venticinquesimo compleanno della partnership tra Parigi e Berlino.

Per il programma completo, clicca qui.