Il parlamento berlinese ha messo fuorilegge gli Hells Angels. Nella serata di martedì molti membri della “gang delle Harley-Davidson“, sospettati di diversi reati, tra cui aggressioni a mano armata, violenza, furti, sono stati arrestati e le loro motociclette – simbolo di appartenenza al clan – sono state confiscate.

L’operazione coordinata dalle forze di polizia sarebbe dovuta andare in scena mercoledì, ma una soffiata girata tra i membri della gang ha spinto gli agenti ad anticipare il tutto. “Purtroppo, qualcuno dei nostri li ha avvertiti dell’imminente retata”, ha detto un portavoce della polizia. “É una cosa vergognosa, tradire la polizia in cambio di denaro”.

Secondo i dati ufficiali diffusi dalla polizia, ci sono oltre 1000 Hells Angels a Berlino, mentre sono circa 400 gli affiliati ai Bandidos, la gang rivale. Una opposizione storica che in Germania ha spesso dato vita a scontri mortali, soprattutto per situazioni legate al controllo del traffico di droga e prostituzione.

La situazione era già tesa, dopo che martedì, nel Nord Reno-Vestfalia, un Bandidos era stato ucciso con un colpo di pistola (probabilmente) da un Hells Angel: un regolamento di conti tra bande che ha spinto la polizia ad effettuare immediatamente un giro di vite in tutto il Paese, Berlino compresa.