© ilMitte.com

Quello appena concluso è stato un weekend da ricordare, per i membri della Compagnia Teatrale Tetraedro di Viterbo. Sono stati loro, infatti, a rappresentare l’Italia nella coloratissima (e affollatissima) cornice del Karneval der Kulturen berlinese. Con due performance distinte: la prima, sabato, nell’ambito della Strassenfest e la seconda domenica, nella parata che ha attraversato Kreuz-Kölln attirando un pubblico di oltre 700mila persone.

«Siamo arrivati qui con tre valigie, abbiamo portato giusto l’essenziale per i costumi di scena», racconta il regista Francesco Cerra, mentre conduce la sua ciurma attraverso Hermannplatz. Sono le 14 e la manifestazione è appena partita: durerà fino alle 21.30 di sera. «Questa è per noi un’esperienza magnifica. Di Berlino mi piace la libertà di espressione totale. É qualcosa che in Italia manca. Qui c’è una grande fratellanza tra la gente che guarda e gli artisti che si esibiscono. Da noi esistono cose simili, ci sono festival di strada anche molto belli, ma questo è un evento unico nel suo genere».

Ad organizzare la trasferta di Tetraedro in terra tedesca è stata Margherita Vestri, aiuto-regista, che vive e lavora a Berlino dal 2011. «Questa città è meravigliosa, dal punto di vista artistico e della qualità della vita, e volevo che il gruppo potesse assaporarla. Tetraedro fa principalmente teatro di strada, e quando degli amici berlinesi mi hanno parlato del Karneval, qualche mese fa, non ci ho pensato due volte. Sono troppo contenta di vederli tutti qui, oggi».

© ilMitte.com

Tetraedro, per l’occasione, ha scelto di includere nelle sue performance anche artisti tedeschi ed americani. «Con i ragazzi americani ci conosciamo da almeno quindici anni. Abbiamo collaborato con loro attraverso La Mama Spoleto, che ci ha fatto entrare in contatto con La Mama di New York. Inoltre, ci piaceva l’idea di unire un gruppo italiano ad un gruppo di artisti di Berlino». L’esibizione della parata domenicale, che raffigurava “La nascita del Sole e della Luna“, è stata salutata dagli applausi del pubblico: «I movimenti dei performer, così come i costumi, si ispirano e sono caratterizzati dai quattro elementi naturali, aria-acqua-terra-fuoco” spiega Margherita, che ha ideato la performance. «Guidati dai propri leader, i due gruppi, Aria-Acqua e Terra-Fuoco, si scontreranno in una lotta in cui l’atmosfera passerà dallo Scontro all’Amore. Si assisterà così al miracolo della nascita del Sole e della Luna, rappresentati da due bambini».

Nella giornata di sabato, invece, i Tetraedri hanno inscenato “Quadrature“, una “pantomima di figura” eseguita abitualmente dalla compagnia da ormai qualche anno. «In Quadrature i corpi statuari degli attori tentano di riprodurre dei quadri che hanno segnato la storia dell’arte», spiega ancora Margherita. «Sabato i performer, completamente vestiti di bianco, hanno interagito con il pubblico. É stato molto bello, perché siamo riusciti a creare una connessione con i presenti, in un’atmosfera di vera festa».

© ilMitte.com

Per Tetraedro, compagnia nata nel 2005 da un laboratorio teatrale dell’Università della Tuscia, questa è stata la “prima volta” berlinese. Il regista Francesco Cerra, però, era già stato nella capitale tedesca anni addietro. Spinto, anche quella volta, dal richiamo del teatro: «Venni a Berlino nel ’98. All’epoca si trattava di uno scambio culturale tra il teatro dove lavoravo, il Teatro B, e l’Ikaron Theatre di Carlos Medina. Da quella esperienza conservai un ricordo molto positivo, un ricordo che si mantiene vivo ancora oggi».

Allo stesso modo si mantiene viva Tetraedro, meritevole di aver costruito negli anni un percorso costante di crescita: «Siamo partiti da una piccola realtà universitaria e da lì siamo riusciti a creare una compagnia vera e propria. Ci siamo resi indipendenti dall’università e abbiamo cominciato a gestire un teatro nel centro di Viterbo. Nel corso degli anni abbiamo prodotto oltre 20 spettacoli diversi, di vario genere: dal teatro di prosa, al teatro di strada, al teatro per bambini. Nell’arco dell’anno ospitiamo trenta compagnie da tutta Italia e organizziamo anche delle rassegne, tra cui una dedicata al teatro sociale che si svolge tra aprile e maggio. Dal 2005 ad oggi é nato un bel gruppo e l’intenzione è quella di diventare sempre più forti», conclude Cerra.

8 Commenti

  1. Una emozione fortissima vedere gli amici, a Berlino, belli come mai visti prima.

  2. Grazie agli attori del Tetraedro per la loro magnifica performance. Thank you guys!

  3. Grandi! Tremendamente emozionante immaginarvi prima e vedervi poi lì, a Berlino, a sfilare! Il Tetraedro ci ha portati tutti a Berlino!!! Bravi!

  4. Margherita tutto eccezionale, ma mi autorizzi a dire in giro che sono un piccolo amico di una grande star?

Comments are closed.