BER aprirà? Sì, ma soltanto il 17 marzo 2013. Ha dell’incredibile la notizia rivelata oggi da alcune fonti governative alla Bild e confermata dal sindaco di Berlino Klaus Wolvereit. Dopo l’annuncio di settimana scorsa, che posticipava l’apertura dell’aeroporto ad una generica data fissata “dopo l’estate”, oggi è arrivata la notizia che nessuno si aspettava: non ci sarà nessuna inaugurazione prima del prossimo anno.

Altro che tre mesi, dunque. Il ritardo effettivo sarà ben più consistente. A rimpiazzare BER, come ampiamente pronosticato, saranno gli aeroporti di TegelSchönefeld. Mantenerli aperti oltre la data precedentemente prevista, però, costerà carissimo: circa 15 milioni di euro al mese. I problemi ai sistemi anti-incendio nel nuovo aeroporto di Berlino-Brandeburgo necessitano di lungo tempo (almeno fino a dicembre) prima di essere risolti completamente.

Intanto cade la prima testa. In giornata, Manfred Körtgen, che supervisionava la parte tecnica, si è dimesso. Körtgen lascia la società di gestione in cui era entrato nel 2004, in qualità di direttore della progettazione e costruzione. É stato a capo del gruppo responsabile della progettazione e della costruzione del nuovo aeroporto. Ha ricoperto la carica di direttore delle operazioni per la costruzione dello scalo di Brandeburgo da settembre 2008. A sostituirlo temporaneamente, in attesa di una nuova nomina, sarà l’amministratore delegato Rainer Schwarz.