Gli avversari si chiamano “Fortuna”, che in latino significa “sorte”. E la sorte dell’Hertha, la prima squadra di Berlino, fino a qualche settimana fa sembrava ormai segnata. Al termine di una stagione sfortunatissima, i biancoblù (e i loro tifosi) sembravano ormai rassegnati alla retrocessione. Invece, all’ultima giornata di campionato, la vittoria contro l’Hoffenheim e la contemporanea sconfitta del Colonia per mano del Bayern Monaco hanno ribaltato lo scenario, consegnando agli uomini di Otto Rehhagel un’ultima chance per salvare una disastrosa stagione.

La chance ha una data e un luogo preciso. Questa sera, alle 20.30, all’Olympiastadion. É qui che i giocatori dell’Hertha sfideranno gli undici del Fortuna Düsseldorf, squadra classificatasi in terza posizione nella 2. Bundesliga. La formula prevede due incontri, andata e ritorno, il 10 e il 14 maggio. Ad accompagnare Kobiashvili e compagni, la spinta di uno stadio che si preannuncia tutto esaurito: oltre sessantamila i biglietti già venduti, mentre quelli rimasti si troveranno ai botteghini prima del fischio d’inizio. Con ogni probabilità, ad affollare gli spalti dell’impianto dove si giocò la finale dei mondiali del 2006, ci saranno oltre 70mila spettatori. Se non è un record, poco ci manca.

“L’Hertha ha tutto da perdere, noi tutto da vincere”. Così Andreas Lambertz, capitano del Fortuna Düsseldorf, lancia la sfida di questa sera. “Daremo battaglia, siamo pronti mentalmente e fisicamente. L’importante è riuscire a presentarci con un risultato buono alla gara di ritorno”. Quindi non una vittoria a tutti i costi: un pareggio o una sconfitta di misura lascerebbero le porte aperte per il match conclusivo che si giocherà lunedì 14 a Düsseldorf. Lambertz lo sa: “Abbiamo un grande vantaggio, giocheremo la seconda gara in casa, di fronte ai nostri tifosi”.

Queste le probabili formazioni che scenderanno in campo questa sera:

Hertha Berlino: Kraft – Lell, Janker, Hubnik, Holland – Niemeyer, Kobiashvili – Ebert, Raffael, Ben-Hatira – Ramos
Fortuna Düsseldorf: Ratajczak – Levels, Lukimya, Juanan, Weber – Bodzek, O. Fink, Bröker, Lambertz, Rösler – Ilsö