Lustgarten
Photo by rey perezoso

La storia del Lustgarten inizia nel 1573, quando il principe elettore Johann Georg fece costruire in una palude prosciugata vicina al suo castello un giardino di erbe aromatiche, nonché un orto in cui coltivava crauti e patate. Quel piccolo spazio verde, cresciuto e abbellito nel 1600, subì nei secoli tantissime trasformazioni.

Sotto Federico Guglielmo I, infatti, venne fatta versare sabbia sul giardino e su quello che un tempo era il manto erboso venne invece creata una spianata adibita a piazza d’armi. La piazza d’armi tornò giardino sotto Federico Guglielmo II, mentre il famosissimo architetto Schinkel lo abbellì architettonicamente, insieme a Peter Joseph Lennè, subito dopo aver progettato e realizzato l’Altes Museum.

Nel XX secolo, e in particolare nei tetri anni del regime nazista, il giardino venne trasformato di nuovo in una piazza per discorsi politici e parate militari, mentre nel 1999 tornò alla sua funzione di spazio verde pubblico, ideale durante la bella stagione per rilassarsi e prendere il sole.

Oggi il Lustgarten si trova nel quartiere di Mitte, sull’isola della Sprea, proprio all’ingresso dell’Isola dei Musei, e si colloca a sud dell’Altes Museum, a ovest del Duomo e a nord di quello che un tempo era il Castello di Berlino e che invece oggi è la sua versione trasformata e rimodernata, con l’ambizioso progetto dell’Humboldt Forum.

Complemento ideale del Lustgarten è la Granitschale, la vasca di granito di 70 tonnellate portata a Berlino su una barca attraverso la Sprea nel 1828 e che per tutto il XIX secolo costituì una delle più grandi attrazioni della città di Berlino. La vasca è a volte chiamata dai berlinesi con il nomignolo “Berliner Suppenschüssel”, la zuppiera di Berlino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here