di Zuleika Munizza / Berlino Explorer

IBUg Festival d’Arte Urbana a Chemnitz.

Anche quest’estate più di 100 artisti nazionali e internazionali sono già all’opera per il famoso festival d’arte urbana.

In una fabbrica di macchine tessili abbandonata NAPLAFA a Chemnitz, memoria della cultura industriale sassone, gli artisti si divertono a reinterpretare il luogo, con una vera e propria invasione di murales, poster, sculture e chi più ne ha più ne metta.

L’acronimo IBUg sta per Industriebrachenumgestaltung, ovvero trasformare ex edifici industriali attraverso l’arte. L’idea nasce nel 2006, e va di pari passo con la ricerca dell’artista Tasso, nato a Meerane che è proprio la location della prima edizione del festival.

Da allora la convention richiama sempre più interesse, giunta alla sua tredicesima edizione porta una ventata di colore in un’area desolata della Sassonia.

Due fine settimana aperti al pubblico: 24-26 agosto, ed il successivo dal 31 agosto al 2 Settembre. Tra installazioni, performance e multimedia, si aggiunge un programma di visite guidate, film, artist-talk, e naturalmente feste.

Tanti i nomi noti della streetart internazionale, tra gli invitati anche i berlinesi Various & Gould.

Sapreste indovinare che statua si trova nella piazza principale di una città, Chemnitz, che dal ’52 all ’89 si chiamava Karl-Marx-Stadt? Motivo in più per fare un giro in Sassonia.

La foto @M. Contini, è della passata edizione nella fabbrica macchine speciali SPEMAFA.

Ricerche a cura di: Z. Munizza, responsabile del progetto Berlino Explorer che organizza esplorazioni urbane e visite guidate, propone tra gli vari itinerari Street ArTour.

Per Info: [email protected] Pagina Facebook

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here