TEUTONICHE SCHEGGE – Un bestiale colpo di fulmine

2 October 2012

Share Button

L’amore a prima vista esiste.

Ho sempre avuto uno spiccato gusto per l’asimettrico, l’irregolare, l’ibrido e sono stata folgorata da un porcellino oviparo ricoperto di lanuggine.

Dove l’ingegneria genetica ancora non è arrivata, da tempo è arrivata la lingua che, come si sa, è più lenta solo forse del pensiero, ma essendone l’ineluttabile estrinsecazione, è piuttosto rapida. E, spesso, quasi ineffabile nella sua capacità di comunicare immagini e suggestioni.

Ed è così che ho scoperto “die eierlegende Wollmilchsau“. Ovvero, una scrofa che produce latte, lana e depone pure le uova.

Sfogliando il mio bestiario mentale ho trovato solo la pallida “gallina dalle uova d’oro”, ricorrendo poi alla saggezza popolare sono passata per “la botte piena e la moglie ubriaca”. Ma direi che la perfezione dell’espressione crucca è inarrivabile.

L’animale pare non essere mitologico, piuttosto di ben più recente conio. La paternità più accreditata punta al 1959, quando lo scrittore Ludwig Renn (oppositore del nazismo, cultore dell’esperanto ed infine noto intellettuale della DDR) usa l’espressione in una sua poesia “Der Kampf auf das eierlegende Woll Schwein“. Qui l’animale è un “maiale” e non ha ancora all’attivo la mirabilia del produrre latte.

Come quelle del Signore, anche le vie della lingua sono infinite, e non si sa con certezza come la creatura sia passata nel gergo militare, per indicare armi versatili e molto efficaci. Oggi, siccome già del maiale non si butta via niente, e ancor di più in Germania, la scrofa di cui sopra indica un qualcosa o un qualcuno che sa fare tutto, che ha solo vantaggi. Un all-in-one che, ahimé, esiste solo a livello lessicale.

Augurando a tutti di imbattersi nella propria scrofa-da-latte-e-lana-uova-deponente, a me non resta che usare la mia cartina da tornasole linguistica preferita: il mio coinquilino D., da me e tutti i miei io unanimamente proclamato tedesco medio e rappresentativo della categoria. E sì, mi conferma che al lavoro, per esempio, tutti sono alla ricerca della eierlegende Wollmilchsau.

Per avvistamenti, contattatemi in privato.

Share Button