La Siria è vicina: tre adolescenti fermate all’aeroporto, sospettate di volersi arruolare nelle milizie dell’IS

23 October 2014

Share Button
Foto © ND Strupler / Flickr / CC BY-SA 2.0

Foto © ND Strupler / Flickr / CC BY-SA 2.0

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Una delle spiacevoli conseguenze di muovere una guerra globale al terrore da parte dell’occidente è che poi, la guerra, effettivament ediventa globale. Così ieri, 22 ottobre, nel giorno dell’assalto ai palazzi del potere del tranquillo Canada, anche Francoforte ha avuto una parte minore negli intrighi interazionali che bruciano il Medio Oriente.

L’aeroporto francofortese infatti, oltre a garantire alla città un costante flusso di merci e capitali da tutto il mondo, automaticamente diventa uno dei luoghi di passaggio per chiunque arrivi o voglia raggiungere il teatro di guerra Siriano. Nello specifico, il fatto è avvenuto sabato 18 ottobre, ma la notizia è emersa solo ieri. S’è trattato di tre ragazzine statunitensi, giovanissime, di 15, 16 e 17 anni, fermate all’aeroporto mentre cercavano di imbarcarsi su un volo per la Turchia. Il motivo? Pare volessero arruolarsi nelle armate dell’IS, lo Stato Islamico che ormai da mesi ha conquistato gli onori delle cronache internazionali.

Questa ultimo elemento rimane comunque poco chiaro, di sicuro avevano lasciato casa senza avvertire i genitori, i quali avevano già denunciato la loro scomparsa. Una volta fermate, sarebbero poi tornate spontaneamente negli Stati Uniti la domenica.

Non è la prima volta che una notizia del genere fa capolino tra le pagine francofortesi dei giornali. Giusto qualche settimana fa un caso analogo di un ragazzo di 27 anni di Ruesselsheim fermato di ritorno dalla Siria. Subito arrestato e accusato di terrorismo in quanto ex-miliziano di un gruppo armato.

L’aeroporto di Francoforte è indubbiamente una grande risorsa per la città. Ci rende vicini a tutto i mondo, purtroppo il mondo non necessariamente è un posto pacifico e sicuro. L’unico aspetto positivo di questi eventi, forse, è quello di accrescere la consapevolezza che in un mondo globalizzato certi eventi non possono essere semplicemente liquidati, derubricati sotto la voce “troppo lontano”.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

Share Button