Tiefsee: uno spettacolo sulla dipendenza emozionale

9 October 2015

Share Button

Coìpia de F3_MG_5013

di Ercole Gentile

Attraverso il nostro intelletto cerchiamo di comprendere tutto: il mondo intorno a noi, le altre persone e soprattutto noi stessi, ma non sempre ne usciamo vincitori. In ognuno di noi c’è un luogo il cui cuore è difficile da raggiungere. Qui sono assopite una grande quantità di emozioni: gioia, paura, amore, odio. Anche se la mente cerca di resistere, il corpo rivela queste emozioni – rivela il mare profondo del subconscio. Spesso corpo e mente sono in conflitto tra loro. E’ la mente parte del corpo o il corpo parte della mente? E come funziona la loro interazione se l’uno contraddice l’altro? Chi è il leader? Il corpo o la mente?

Tenendo presente queste domande Clèbio Oliveira, insieme ai suoi danzatori, prende in esame l’esperienza fisica e psicologica della dipendenza emozionale. In “Tiefsee” i danzatori entrano in uno spazio buio, freddo, incolore. Un luogo abitato da esseri sconosciuti e spaventati. Lo spettatore è invitato ad immergersi a fondo in questo spazio e a visitare i mostri che qui giacciono. Cosa succede quando corpo e mente soffrono di dipendenza emozionale? Quali segni sono visibili sul corpo? Cosa succede al collegamento corpo-mente? Urliamo nel silenzio aspettando una risposta. Soffochiamo dibattendoci per un ultimo respiro. Restiamo paralizzati.

1-Web

© www.clebio-oliveira.com

Il coreografo brasiliano Clèbio Oliveira vive e lavora a Berlino dal 2008. Da allora prende in considerazione nei suoi lavori temi da lui definiti “temi invisibili”. Con “Tiefsee” Oliveira si concentra su un importante – ma troppo spesso ignorato-  tema; quello della dipendenza emozionale, e cerca di esplorare con i mezzi di espressione della danza in che modo questo disturbo si riflette sul corpo. Oliveira ha già portato in scena a Berlino il duetto “Milchstrasse”, “Ugly”, e “XXX-ein versteckspiel” spettacoli anche questi incentrati sui “temi invisibili”, come il Body Dismorfic Disorder e l’analfabetismo. Nel suo paese d’origine Oliveira ha vinto numerosi premi come coreografo e collabora con grandi compagnie sparse sul territorio nazionale. Nel 2012 è stato giudicato dalla rivista “Tanz” come “Hoffnungsträger Choreographie”, una futura importante voce della coreografia.

Lo spettacolo Tiefsee andrà in scena al Dock 11 in Kastanienalle 79, 10435 Berlin. La Premiere è oggi, 9 Ottobre 2015 alle 20.00, seguita da repliche il 10, 11 e il 16, 17 e 18 Ottobre, alla stessa ora. Nel cast, oltre al coreografo, vedremo danzare le italiane Valentina Migliorati, che lavora con Oliveira dal 2013, e Michela Rossi, che già ha danzato nel 2014 in “XXX-ein verteckspiel”. Insieme a loro i danzatori Sergio Verano e Marie Therese Zechiel. La musica è pure di un compositore italiano, Matresanch, che collabora con Oliveira dal 2014.

Lo spettacolo “Tiefsee” ha ricevuto il supporto del Regierender Bürgermeister di Berlino, del Senatsverwaltung für Kulturelle Angelegenheiten e del Bezirksamt Pankow von Berlin, Amt für Weiterbildung und Kultur, Fachbereich Kunst und Kultur and Plakatkultur.

Per maggiori informazioni sul lavoro artistico di Clèbio Oliveira potete visitare il sito www.clebio-oliveira.com

Share Button