Spari con una pistola ad aria compressa su un centro di accoglienza per asilanti

13 April 2015

Share Button

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Non esattamente quello che si chiama un tranquillo weekend quello dei richiedenti asilo in Assia. Nella notte tra sabato e domenica (11-12 aprile) il centro di accoglienza di Hofheim am Taunus, tra Francoforte e Wiesbaden, è stato oggetto di un attacco da parte di sconosciuti.

Mentre i ventitude ospiti del centro dormivano nei loro container qualcuno ha infatti sparato con una pistola ad aria compressa contro il centro causando danni limitati – stimati intorno ai 150 euro – ma soprattutto tanta paura. Per precauzione è stato disposto un servizio di sicurezza privato a guardia del centro per i prossimi giorni. Poi si deciderà se renderlo permanente.

Sono attesi altri 140 asilanti prima della fine dell’estate e l’amministrazione deve ora confrontarsi con possibili sentimenti razzisti alimentati da campagne come quelle di Pegida e di altri movimenti xenofobi che si agitano sotto la superficie calma della società civile della Federazione Tedesca.

Nella regione non è la prima volta che gli asilanti diventano oggetto di attacchi. Quest’anno il loro numero in Assia è più che raddoppiato passando da poco meno di 20 mila a oltre 40 mila. La crescita esponenziale come ci si potrebbe aspettare viene spesso strumentalizzata. Ma dopotutto se i paesi mediorientali riescono ad accogliere le popolazioni dei paesi vicini a centinaia di migliaia, non si capisce perchè l’Europa dovrebbe avere problemi ad organizzare l’accoglienza di queste persone che spesso attraversano mari e terre rischiando la loro vita per scappare dalla guerra.

Il problema in Europa è una questione più che altro legata all’intolleranza.

E così, mentre si sparava contro gli asilanti a Hofheim, a Francoforte proprio qualche ora prima, il sabato pomeriggio, i Freie Bürger – quella che una volta era la Pegida francofortese – guidati da Heidi Mund, ha deciso di manifestare il proprio dissenso xenofobo.

Alla manifestazione si son presentati la solita quarantina e a far loro da cornice, come sempre, polizia e contro-manifestanti. Neanche loro però hanno avuto un pomeriggio tranquillo. La polizia ha fatto sapere che ha effettuato quattro arresti tra i contro-manifestanti.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

 

Share Button