“Sotto gli occhi di tutti”: il documentario sulla violenza contro le donne in anteprima a Berlino

8 March 2017

Share Button

di Roberta Chimera

Benin, Bangladesh, Repubblica democratica del Congo, Germania: la violenza contro le donne è presente ovunque. L’8 marzo sarà presentato in anteprima a Berlino “Sotto agli occhi di tutti“, un documentario che ritrae donne vittime di violenze terribili, ma che sono riuscite a lottare per la loro libertà, difendendosi e reagendo nonostante il pericolo che correvano. Raccontano gli abusi di cui sono state vittime, la loro lotta per la sopravvivenza, la loro paura e i loro sforzi per costruirsi una vita diversi. E gli uomini? Molti di loro descrivono la violenza contro le donne come una parte normale della loro vita quotidiana. Se una donna è stata picchiata, vuol dire che se lo meritava.

I crimini più frequenti e le più pesanti violazioni dei diritti umani del nostro tempo continuano ad essere commessi contro donne e bambine in tutto il mondo e riguardano individui di ogni età, etnia, cultura e ceto sociale.
Le donne dai 15 ai 45 anni rischiano maggiormente di essere picchiate a morte o mutilate dai loro mariti di quanto rischino di morire di cancro, di incidente d’auto o di essere vittime di guerra. Secondo l’Organizzazione Mondiale per la Sanità e UNIFEM, il Fondo di sviluppo delle Nazioni Unite per le Donne, oltre il 70% delle donne sono vittime di abuso fisico e sessuale almeno una volta nella vita, per lo più da parte dei mariti o dei loro compagni.

Il film mostra come funzionano i meccanismi dell’abuso. In contesti culturali diversi e diversi sistemi sociali e in relazione a diversi modi di vivere, vengono messe in evidenza le cause e le strutture della violenza contro le donne e le similitudini con cui si ripetono in Europa, così come in Asia o in Africa.

Claudia Schmid, regista, autrice e direttrice della fotografia di “Sotto gli occhi di tutti”, ha trascorso con le protagoniste del documentario lunghi e intensi momenti di condivisione della loro vita, grazie allo speciale rapporto di fiducia che ha saputo instaurare con loro. La sua telecamera le ha seguite, a stretto contatto, mentre raccontavano i soprusi subiti, i loro desideri e i loro sogni, fino al momento in cui sono riuscite a liberarsi interrompendo un ciclo di violenza che si ripete da generazioni.

“Sotto gli occhi” di tutti si può vedere, in lingua originale con sottotitoli in tedesco, in anteprima a Berlino.

Le proiezioni saranno due:

8 marzo: Kino an der Kulturbrauerei, 20:00. Per i lettori de Il Mitte ci sono due biglietti omaggio. Vi basta scrivere ad [email protected] e aspettare i risultati della nostra estrazione. In bocca al lupo!

10 marzo: Kino Wedding, 18:45, in presenza della regista Claudia Schmid.

Share Button