“Sauercrowd”: a Berlino si balla sui crauti per protesta contro l’industria alimentare

10 December 2013

Share Button
© benketaro / Flickr (CC-BY-2.0)

© benketaro / Flickr (CC-BY-2.0)

Siete pronti per ballare sui crauti a 120 bpm? Si, avete capito bene, perché questa sera dalle 19 alle 22 alla Markthalle Neun di Kreuzberg si terrà SAUERCROWD Berlin, il primo flashmob culinario per celebrare uno dei piatti più famosi ed importanti delle tradizione culinaria tedesca.

L’occasione da cui nasce l’evento di crowdfunding, o per meglio dire Krautfunding, è il Tages für bewusstes langsames Essen, ovvero la giornata della consapevolezza dell’arte di mangiare lentamente (“Slow Food”). Mezza tonnellata di cavolo bianco e rosso verrà cucinata alla Markthalle Neun per essere trasformata nel caratteristico cibo tedesco, che gli “schiacciacavolo” avranno poi la possibilità di portare a casa.

Quella di ballare sui cavoli è un’idea di Hendrik Haase, organizzatore del flashmob, designer della comunicazione e attivista culinario, anche tra gli organizzatori della celebre Schnippeldisko, l’evento durante il quale, con la musica dei DJ ospiti, i partecipanti tagliano tonnellate di verdura invendibile per cucinare insieme una grande quantità di zuppa di protesta, a favore del buon cibo, dell’agricoltura e dei coltivatori.

«C’è un grande equivoco – ha dichiarato Haase in un’intervista alla Taz – masticare 40 volte o mangiare lumache e tartarughe non significa Slow Food. Lento si riferisce al rallentamento della preparazione e produzione del cibo. E non solo a Natale». Un’azione, dunque, contro un’industria alimentare incontrollabile, il cui ricavato verrà devoluto a Bio-Bauernhof Speise Gut, l’azienda agricola che mette a disposizione il cavolo, per finanziare l’acquisto di un piccolo trattore.

Per maggiori info, questo l’evento ufficiale su Facebook.

Share Button