Saranno Zeller & Moye a progettare il nuovo monumento dedicato a Martin Lutero

16 August 2016

Share Button
SONY DSC

SONY DSC

Saranno Zeller & Moye, che hanno lavorato con il supporto dell’artista Albert Weis, a progettare il nuovo monumento dedicato a Martin Lutero a Berlino. Vincitori del concorso indetto dalla chiesa protestante insieme all’amministrazione cittadina, i due architetti dovranno erigere la loro opera nello stesso luogo in cui si trovava il vecchio monumento al teologo tedesco, costruito nel 1895 vicino alla chiesa di St. Marienkirche. Solo la vecchia statua è sopravvissuta ai bombardamenti della seconda guerra mondiale e verrá incorporata nel nuovo progetto.
Il focus dell’idea di Zeller & Moye é la specularità tra passato e presente. Il tracciato del piedistallo originale del vecchio monumento, infatti, è riprodotto nel nuovo come un lieve bassorilievo, una sorta di “negativo” scolpito nel cemento. La vecchia statua, inoltre, ne fronteggia una seconda, più astratta e meno definita nei dettagli e dalla superficie lievemente riflettente.

Questa interpretazione del progetto vuole superare la concezione tradizionale del monumento, inteso come simbolo sopraelevato di grandezza irraggiungibile, e promuovere invece nuovi valori di dialogo e comunicazione. Le due statue, collocate praticamente al livello del suolo, sembrano quasi dialogare in mezzo alla strada. “Il nostro monumento resta allo stesso livello delle persone comuni”, hanno precisato i due architetti, sottolineando come tutto questo rifletta appieno i valori del 21° secolo.

Il pavimento presenta inoltre 10.000 luci al LED, che saranno usate per veicolare messaggi ai passanti. Al momento sono state selezionate tre celebri frasi del ventunesimo secolo:

“Nicht in der Flucht der Gedanken, allein in der Tat ist die Freiheit” (la libertà non è nella fuga dei pensieri, ma solo nell’azione), Dietrich Bonhoeffer
“Ungerechtigkeit an irgendeinem Ort bedroht die Gerechtigkeit an jedem anderen” (l’ingiustizia da qualche parte è una minaccia alla giustizia ovunque), Martin Luther King
“Der alte Grundsatz Auge um Auge macht schließlich alle blind” (quella vecchia legge dell’occhio per occhio rende tutti ciechi), Martin Luther King

 

Share Button