Riapre lo storico Knaack Club di Prenzlauer Berg

20 January 2016

Share Button

knaak

di Ercole Gentile

Knaack Club: Dal 1952 al 2010. Esatto, ben 48 anni di vita, tutti nella storica sede della Greifswalder Strasse 224, a Prenzlauer Berg.
Da club giovanile intitolato ad uno dei simboli della resistenza tedesca al nazismo Ernst Knaack, fino a club con concerti settimanali e party, sempre in tema rock e dintorni. E ancora, sala prove per decine di band berlinesi, tra cui anche i famosi Rammstein (che ci suonarono poi diverse volte). Lo Knaack è stato per decine di anni un punto di riferimento per i giovani berlinesi.
Nel 2009 però arriva la gentrification ed i problemi col vicinato, i limiti alle emissioni sonore insostenibili e l’ultima serata, quel 31 dicembre 2010 che segnò la chiusura dei battenti di uno dei simboli della Berlino rock. Il palazzo – il club era ubicato su tre piani – cambia  destinazione d’uso e vengono costruiti 33 appartamenti. Una storia che purtroppo a Berlino sentiamo sempre più spesso.
Ora, un po’ inaspettatamente, è arrivata la notizia di un nuovo inizio per lo Knaack e non possiamo che esserne soddisfatti.
Una data certa per la riapertura ancora non c’è (si parla comunque dei primi mesi del 2016), ma il luogo si. Il locale rinascerà sempre a Prenzlauer Berg, vicinissimo al Mauerpark, sulla Eberswalder Strasse, nell’edificio che ospitò il vecchio capolinea dei tram. Il nuovo Knaack avrà una capacità di 400 persone e includerà anche un cafè ed una terrazza all’aperto, direttamente collegata al parco da un ponte.
Il nome dovrebbe essere sempre Knaack, ma i gestori stanno valutando anche altre ipotesi.
In ogni caso un’ottima news per la scena musicale e culturale berlinese ed in particolare per il quartiere di Prenzlauer Berg, che ritrova un suo storico punto di riferimento.

ARCHIV - Partygänger im Sage Club in Berlin (Foto vom 26.02.2009). Die Berliner Clubszene fürchtet trotz Nachbesserungen bei den geplanten Tarifen zur Musiknutzung ein «Diskothekensterben». «Die neuen Vorschläge sind reine Kosmetik. Finanziell sind sie immer noch ruinös und nicht akzeptabel», sagte Lutz Leichsenring von der Berliner Clubcommission am Dienstag (24.07.2012) der Nachrichtenagentur dpa. Foto: Jens Kalaene dpa 8zu dpa-Meldung vom 24.07.2012) +++(c) dpa - Bildfunk+++

Jade-Yasmin Tänzler dpa – Bildfunk+++

 

Share Button