Rapaci tra la Folla: da Spandau una poesia dedicata alle vittime di Parigi

25 November 2015

Share Button

“Rapaci tra la folla” e i suoi tanti perché torna a raccontarvi la poesia calpestata di strada tra i quartieri di una Berlino insonne, nottambula. Poesie per chi non dorme. Questo mese, dedichiamo alcuni versi urbani al distretto berlinese di Spandau.

Spandau, in qualità di polo industriale ricco di tradizione, grazie ai nuovi centri commerciali, alle aziende nel settore alberghiero e a quelle gastronomiche, si è trasformato in una location di servizi. Quello che caratterizza il quartiere oltre all’aspetto urbano è la parte rurale tra acqua, prati, bosco e campi, con fattorie e cascine dove fare equitazione.

La poesia che ho scelto per i lettori questo mese fa riferimento alla fragilità nei rapporti interpersonali tra gli individui e al clima ostile che si respira. Voglio dedicare i versi alle vittime di Parigi.

Non vuole partire

Il mio ritorno è discontinuo,

sottile come l’acqua di un ruscello;

il mio ritorno sembra chiedere

quanto bisogna ancora aspettare.

Il mio ritorno non vuole partire,

adagiandosi smette di pensare.

Il mio ritorno ha più stazioni,

non si ferma mai…

*

Dalla mia seconda silloge: “Forti preludi”, Edb Edizioni.

Appuntamento con i lettori un mercoledí di ogni mese, per discutere in chiave poetica di quello che accade nella metropoli che non dorme mai. “I corvi” spesso ti guardano con sospetto come gli individui che albergano nei tessuti metropolitani.

Cris 5Cristian Luca Andrulli è nato a Roma il 12 agosto del 1982 e attualmente svolge l’attività di artista e poeta. Ha conseguito la laurea in Scienze e Tecnologie della Comunicazione a Roma per poi specializzarsi in Mediazione Socio – Culturale con una predilezione per la cultura ispanica. La sua prima pubblicazione risale al 2005, con una poesia: “Finestre”, inserita in una raccolta antologica “Habere Artem vol. IX” per la casa editrice Aletti Editore. Nel 2010 realizza per il portale d’informazione vogliosapere (Il Sapere e’ Per tutti), una rubrica dal titolo: “Scorci di vita”. Nel 2012 pubblica autofinanziandosi la sua prima silloge: “Rosso deserto”, Gruppo Albatros Il Filo S.r.l., Roma, presentato durante gli Open Mic che si svolgevano presso: “Mondo Libro” (Libreria italiana a Berlino). Alcuni suoi testi tratti dalla sua prima silloge “Rosso deserto” vengono pubblicati anche nel portale d’informazione colorivivacimagazine. Roma, Madrid, Berlino sono città da cui prende spunto gran parte della sua attività artistica.  *

Per quanti volessero contattarmi e mandarmi dei versi caratterizzanti che fanno riferimento ad un evento particolare, successo a Berlino contattatemi: [email protected]

Share Button