Quattordicenne cacciata dal tram: colpa di un döner, non del velo

8 December 2016

Share Button

di Letizia Chetta

Il caso della quattordicenne che mercoledì 30 novembre aveva affermato di essere stata obbligata a scendere da un tram a Friedrichshagen a causa del velo che portava, si riapre con una svolta. Infatti, stando alle parole di una testimone e alle analisi attente delle riprese della BVG, sembra che il vero motivo alla base dei diversi richiami del conducente alla ragazzina sarebbe stato, in realtà, il fatto che stesse mangiando un döner in un luogo che di per sè lo vieterebbe. Ciò che si vede nei video è chiaro: due ragazzine salgono sul tram, si siedono e iniziano a consumare un doner, poi alzano lo sguardo in direzione dell’altoparlante, che annuncia che non è possibile mangiare sul tram. Una delle due mette da parte il döner, invece l’altra, che porta un velo bianco, continua a mangiare. Dopo diversi richiami, la giovane viene fatta scendere dal tram.

Il materiale è solo video, perché la registrazione non prevede l’audio, cionondimeno questa ricostruzione è apparsa molto plausibile alla polizia, a cui il fatto era stato denunciato da un adulto, che aveva assistito la quattordicenne. Non appena la notizia è stata trasmessa alla radio, il conducente del tram ha comunicato l’episodio alla BVG e fornito la sua versione dei fatti, che sembra essere confermata da un testimone, che lo avrebbe scritto anche sulla sua bacheca facebook. L’autista, in ultima istanza, avrebbe menzionato il velo solo per identificare la ragazza con cui voleva comunicare, non per cacciarla dal tram in quanto velata. L’atteggiamento del conducente, dunque, non sarebbe da biasimare.

Share Button