I prezzi dei prodotti in Germania: sono davvero più bassi?

23 January 2013

Share Button
Dal video

Dal video

“Gli stipendi tedeschi sono in media molto più alti di quelli italiani”, si sente dire spesso. La replica che spesso viene fatta ad una affermazione di questo tipo è che “però in Germania la vita costa di più“: quanto c’è di vero? Se sulla prima affermazione, quella relativa ai salari, non ci sono dubbi (29mila euro annui contro 14mila, secondo uno studio Eurispes del 2010), sulla seconda ci sono diverse correnti di pensiero.

Il video che potete vedere sotto è girato in un negozio situato nel Baden-Württemberg, il Land di Karlsruhe e Stoccarda, nel sud-ovest del paese. Lambrenedetto, il protagonista del video, passeggia per gli scaffali mostrando come, a suo dire, i prezzi dei prodotti in Germania – dal collutorio alle bevande alla frutta, dagli integratori agli shampoo – siano meno cari che in Italia.

Voi che ne pensate? Qual è la vostra esperienza diretta? Commentate.

Share Button

40 Responses to I prezzi dei prodotti in Germania: sono davvero più bassi?

  1. Sergio 23 January 2013 at 13:25

    Non ho apprezzato il tono usato nel video, ma nei contenuti sono assolutamente d’accordo. Sono in Germania da un anno, e per fare la spesa spendo sensibilmente meno di quanto facevo in Italia. Per non parlare poi dei costi per mantenere una vettura, che qui saranno almeno del 50% inferiori all’Italia (e parliamo di migliaia di € di differenza….)

    Reply
  2. Michèle Vandenbossche 23 January 2013 at 17:50

    Vivendo da quattro anni in Italia (Brescia),posso pure fare un paragone per quanto riguarda i costi della vita e sono totalmente d’accordo con la documentazione del video, soprattutto nel settore profumeria, drogheria (non esiste questo tipo di negozio in Italia)i prezzi non sono paragonabili. Invece spendo di meno per gli alimentari e per una qualità superiore cosiché nel settore della ristorazione.
    Settori cari in Germania: affitti (a Colonia, Duesseldorf 10€/ metro quadro), assicurazione malatia.

    Reply
  3. Daniele 23 January 2013 at 18:09

    Il tono è assolutamente adeguato, bisogna smetterla di pensare che tutto quello che propina la madre patria sia oro colato. Anche io testimonio che il mio deodorante preferito NIVEA lo pago a Berlino 1,75€ vs 3,50 a Roma. Una pizza e una birra 12 euro e soprattutto nei ristoranti non strilla nessuno e come si vede nel video i marciapiedi sono puliti !!!

    Reply
  4. marcoe&mina 23 January 2013 at 18:57

    prendevo la lacca testanera (schwarzkopf)EU 1.80 in italia 4.30 vero pizzeria ristoranti pensioni e hotel appartamenti per vacanze e zimmer la meta’ che da noi ,autostrade gratis ,cari sono gli affitti in citta’ la sanita’ forse piu’cara ma migliore per non parlare poi della pulizia e ordine non forse come frequentavo parecchi anni fa ma certamente un’altra cosa che in italia

    Reply
    • raffaele 11 March 2013 at 11:03

      Sono sostanzialmente d’accordo, ci terrei a sottolineare però che le autostrade sono gratuite per chi non è tedesco, dato che in realtà i residenti in Germania pagano una sorta di tassa autostradale insieme al bollo auto!

      Reply
  5. lololo 23 January 2013 at 19:07

    non è vero che gli stipendi sono così alti…ma è vero che il supermercato in germania è molto più economico. listerine si sa da sempre che costa di meno e l’operaio che guadagna 2700 euro (senza tasse) NON ESISTE.

    Reply
  6. Franco 24 January 2013 at 00:31

    Sul fatto che gli stipendi in Germania siano alti come dice una diffusa vulgata ho i miei dubbi, ma forse dipende anche dal Land in cui uno lavora. Forse chi lavora da Daimler a Stoccarda o in qualche altro “Konzern” arriverà a guadagnare stipendi così generosi, ma la mia impressione è che anche qui in Germania si stiano diffondendo contratti precari (interinali e compagnia bella) e stipendi alquanto striminziti.
    Ma il costo della vita per quanto riguarda alimentari e beni di uso quotidiano è sicuramente molto più basso rispetto all’Italia, questo si.

    Reply
    • Luka 18 April 2013 at 09:58

      Purtroppo, confermo il discorso sugli stipendi in linea di massima (operaio, in media, 2400 euro al mese).
      Faccio notare che, per quel che ne so io, sono più bassi anche i costi degli affitti e delle case/appartamenti. Senza contare che servizi pubblici come asili e scuola bus sono gratuiti.

      Reply
  7. LadyL 24 January 2013 at 12:15

    Magari sarebbe il caso di fare un distinguo tra i vari Laender. Lo stesso vale per gli stipendi! A Berlino c’è un tasso di disoccupazione simile all’Italia e lo stipendio medio è 900 euro! Credo che questo sarebbe opportuno specificarlo, onde creare falsi miti e inflazionare ulteriormente la migrazione di giovani speranzosi di trovare la manna a Berlino. E poi la qualità dei prodotti alimentari freschi è nettamente superiore in Italia, almeno quello concediamolo.

    Reply
  8. Vito 24 January 2013 at 15:10

    Vivo a Berlino da 6 anni e da tempo ho capito tutto circa quello che succede in Italia… basti dire che qui nei supermercati trovo il PARMIGIANO REGGIANO DOP (ovviamente importato dall´Italia) che costa addirittura meno che in Italia!!!! Invito tutti a riflettere su questo e a capire che dietro puo´ esserci solo una cosa: la criminalita´ organizzata che “lavora” insieme allo Stato a favore di se stessa e contro la gente normale…in Italia ci derubano da anni e anni!!!

    Reply
    • raffaele 11 March 2013 at 11:06

      C’è parmigiano e parmigiano però :)
      Il prezzo varia in base all’area di produzione e soprattutto ai mesi di stagionatura! Il parmigiano dop lo trovi anche dal lidl in Italia!

      Reply
      • giovanni 23 March 2013 at 21:04

        Ci sono sempre gli indottrinati Italiani che non vogliono accettare che l’ITALIA E’ UNA COLONIA e i cittadini sono schiavi. Le multinazionali, sono rimaste solo quelle che hanno il monopolio su tutta la catena dei prodotti, dalle materie prime fino alla vendita al dettaglio, decidono le nazioni che devono essere sfruttate facendo pagare tutto di più in modo che si impoveriscano. La colonia Italia paga tutto di più dall’energia, materie prime prodotti confezionat ecc. ecc., inoltre hanno anche imposto ai loro servitori (I NOSTRI POLITICI – TUTTI..) di riempirci di tasse in modo da impoverirci sempre di più. Sicuramente ci saranno dei fessacchiotti che non saranno d’accordo con me, ma la realtà è questa. ITALIANI IPNOTIZZATI DAI MASS MEDIA SVEGLIATEVI

        Reply
  9. rosy gentile 24 January 2013 at 15:27

    la qualita’ di vita e certo migliore quella tedesca,sono parole di vanita’ quelle contrarie alle mie.sanita’, igiene, ordine, assicurazioni, tasse, per bambini quasi in ogni negozio si trovano giocattoli per intrattenere i piu piccoli .nelle poste tedesche le penne per schrivere si trovano, invece in italia ti dicono signora se la porti da casa o la vendiamo a 50 cent.la guida in auto e molto meno caotica tutii rispettano i semafori… cmq potrei fare una lista lunghissima.cmq o circa 40 anni di conoscenza e tanta esperienza.il bello in italia? e il caldo e splendido sole da aprile fino a settenbre.bey bey.

    Reply
  10. Ramba 24 January 2013 at 15:59

    Io non posso staccare da tutto il resto i costi del supermarket… nella mia vita le spese sono sempre state collegate tra loro, se collasso e non posso pagare da una parte, ne risento tutto il mese, e in ogni campo; non é che non mangio peró vado al Berghain, insomma.

    Quindi posso solo fare una valutazione globale, e globalmente il mio stile di vita (vengo all’Abruzzo, confine col Molise, tengo a precisare, non dalla Lombardia o dalla Valle d’Aosta insomma) a Berlino non é migliorato di un pó, ma di moltissimo. Perché tante cose costano meno, non solo divertimenti o pannolini, ci sono spazi e possibilitá anche gratuiti per giovani, per genitori coi loro figli, e per pensionati.
    Ci sono strutture e offerte e idee e luoghi di ritrovo che giú non mi sognavo neppure.
    Mio figlio lo portavo in una rotonda in mezzo al traffico dove avevano lasciato in piedi due alberi, coi tubi di scappamento che scoppiettavano tutto intorno, e quello era il nostro spielplatz.
    E non che ce ne fossero altri, per bimbi cosi piccoli (o distrutti da vandali o non a norma, ecc.). La differenza tra “o questa minestra o ciao” e “scegli fra 15 cose, anche se devi prendere una s-bahn in piú”. Capite?
    Non ci sono minimamente paragoni col degrado cementifero e ultracostoso di una regione contadina che nulla ha da offrire, paragonata ad una capitale europea che costa anche poco se confrontata al resto del mondo, no?
    Ho vissuto a Perugia, Bologna, Ancona, Monza, Livorno, oltre ad aver viaggiato tutta Europa, da giovincella… e mai ho trovato un rapporto qualitá/prezzo come a Berlino.

    Reply
  11. Giacomo 24 January 2013 at 16:21

    I prodotti di largo consumo costano generalmente meno in Germania, questo é dovuto ad una maggiore liberalizzazione del mercato, qualsiasi attivitá commerciale ad esempio puó vendere prodotti alimentari.
    Se invece si sale nella fascia di prezzo allora il mercato italiano é piú conveniente.
    Per quanto riguarda i salari bisogna comunque tenere conto che in Germania non esiste la liquidazione, i contributi che in Italia vengono versati per il TFR in Germania finiscono direttamente nello stipendio mensile aumentandolo considerevolmente.

    Reply
  12. Simo 25 January 2013 at 13:20

    Il tono del video é un pó troppo “bah”.

    Sugli stipendi piú alti, possiamo parlarne. Dipende dal lavoro che si fa, e dal livello di istruzione.

    Una cosa la devo peró dire: un amico ingegnere in Italia guadagna esattamente (netto) quanto la cassiera Full Time di Kaiser´s.

    E su questo c´é da pensare.

    Reply
  13. Emanuela 25 January 2013 at 13:21

    Io vivo a Berlino e, almeno qui, non è vero che gli stipendi sono altri anzi, a dire il vero sono miserevoli. Però c’è una grande differenza: con un stipendio basso qui si può vivere decorosamente perché i generi di prima necessità (cibo, medicine) costano molto meno. Però per esempio i trasporti costano molto (biglietto metro 2,30 Euro), anche se funzionano quasi sempre benissimo. L’assicurazione sanitaria fa parte delle detrazioni dallo stipendio mensile: è vero, è cara, ma copre tutte le prestazioni necessarie. Se si considera che in Italia ci sono le stesse detrazioni dallo stipendio, ma poi devi pagare in più le costosissime medicine, visite specialistiche, esami… facendo due conti conviene di più l’assicurazione sanitaria tedesca.

    Reply
  14. Stefano 25 January 2013 at 14:23

    Video molto approssimativo e senza alcuna pretesa di esattezza. Io il Listerine a meno di 4€ da DM o Rossmann non l’ho mai visto.
    Fare confronti cosí lascia il tempo che trova. É vero che in Germania ci sono molti piu hard discounts che in Italia. Tutte le principali catene sono tedesche: LIDL, Aldi, Penny, Netto, Norma sono tutti tedeschi. In Germania in media la gente non é disposta a spendere molto per alimentari & co. e il mercato si é adattato. La grossa differenza con l’Italia che io ho notato é che la qualità dei prodotti alimentari e la varietà presenti in italia non si trovano in Germania. Probabilmente proprio per una differenza culturale. Forse i tedeschi preferiscono andare al ristorante per mangiar bene e risparmiare quando si cucina a casa. Su altre cose non fanno economia. Le auto grosse e costose sono in cima alla lista dei desideri di molti, cosi come viaggi e vacanze. È semplicemente una questione di gusti. Quanto agli stipendi trovo che ci siano enormi differenze tra i Länder e i tipi di lavoro. La qualitá della vita resta cmq a mio avviso decisamente superiore qui in Germania che non in Italia

    Reply
  15. alessandra 3 February 2013 at 23:21

    Io e mio marito siamo pensionati e viviamo in Italia. Vorremmo venire ad abitare in Germania, pensiamo a Berlino, purtroppo non siamo ancora riusciti ha conoscere il prezzo dell’assicurazione sanitaria. C’è qualcuno che può rispondere alla nostra domanda? Abbiamo 65 anni. Ringraziamo per la cortese attenzione.

    Reply
  16. margherita 6 February 2013 at 20:08

    Gli affitti in città grandi sono inferiori in Germania rispetto a città delle medesime dimensioni in Italia.
    Berlino è accessibile a studenti e a chi inizia a lavorare. Non si può dire lo stesso a Milano dove un bilocale piccolo costa minimo 800 Euro.
    Anche i prezzi delle case in Germania sono inferiori che nei capoluoghi italiani; a Milano si parte da 4000 Euro/mq in periferia per arrivare a 6000 – 7000 Euro/mq in centro. E in Italia si contano anche i muri nella misurazione.

    Reply
  17. claudio 10 February 2013 at 14:52

    il video NON è di Becciolini!!! Lo ha “rubato” a Lambrenedetto XVI!! Guardate la sua pagina Facebook…….

    Reply
  18. Edo 11 March 2013 at 10:28

    Ma per favore, chi se nefrega di quanto costa meno un integratore alimentare o la cremina del kaiser! Confrontiamoci su pane, pasta, carne, verdure,,etc!!!

    Reply
  19. Clorinda 9 May 2013 at 19:02

    Credo che comunque sia, prezzi alti o bassi, in Italia ci stanno solo impoverendo e distruggendo…. troppe caste da sfamare.. caste avide e ingorde…. Se non cambia qualcosa faremo tutti una brutta fine…. Svegliamoci per il bene dei nostri figli….

    Reply
  20. antonio 29 May 2013 at 20:56

    cari signori sono un rapresentante e so cosa vendo in germania
    come alimentari basta cosi non voglio dire piu niente

    Reply
  21. Dino 5 July 2013 at 18:55

    Ho visto il video trasmesso da quel signore e mi sono messo a ridere; ma la gente vive e mangia integratori o shampoo? se voleva fare il serio invece di fare il cretino e a parlare male dell’Italia , doveva far vedere i prezzi della carne, pane generi alimentari e soprattutto la frutta.Io che vivo in Calabria le offerte che si trovano nei supermercati, non si trovavano negli anni prima della crisi credetemi.

    Reply
  22. loredana 28 September 2013 at 15:19

    qquesto video fa vedere solo quello che vuole far vedere anche all’auchan di roma o al conad si trovano dentifrici, colluttori e shampoo frictis a quei prezzi….la bambolina poi si trova anche a meno….Quello che non si vede è che in Italia i prodotti con marchio sono certificati e quindi controllati e questo si paga…quindi se vuoi la bambolina Pincopalla, la paghio 2 soldi se vuoi la barbie la paghi di più…anche in Germania …se vuoi la pasta Barilla la paghi 0,49 il pacco 500gr, se vuoi pasta pincopallo la paghi anche 0,15 cent mezzo chilo….chiaro no?….poi ci sono prodotti come nel video di marca….Listerine , Fructis , Nivea…ecc che costano gli stessi identici prezzi che mostra il signore nel video…ed è falso dire che in Italia questo o quello costano di più….dipende. Certo ci sono piccoli negozi con prezzi alti..o grandi distribuzioni che non fanno offerte e alzano i prezzi….ma per fortuna ci si può spostare..cercare ,…ci sono milioni di supermercati, drogherie, profumerie che fanno offerte su prodotti di qualità..e questo è importante,per la salute e per il portafogli.
    Basta sputare sull’Italia e sulle nostre aziende…se non vi piacciono, come al gentile signore del video….potete andare a vivere in Germania…le frontiere sono aperte.
    Attenzione però…..i civili tedeschi non trattano gli stranieri come noi italiani….e noi italiani per loro siamo stranieri!!!Provate e se starete meglio là che qua …buona permanenza.

    Reply
  23. federica degli esposti 1 October 2013 at 13:27

    io vivo a Francoforte e qui i prezzi non sono cosi’ bassi.. boh! le creme il bagnoschiuma e le vitamine si, sono piu’ bassi, ci sono sicuramente gli affitti piu’ bassi e l’elettricita’ costa meno (io pago 50 euro al meso per un appartamento di 57 metri quadrati). i trasporti cosanu botto (treni e autobus, tram 2,60 ogni viaggio) che gli stipendi siano piu’ alti, dipende, molte persone vivono facendo minijobs da 450 euro al mese, pero’ tornando ai prezzi io sono vegetariana e ti assicuro che ad andare al mercato a comprare frutta e verdura ci si svena a Francoforte. la frutta costa tra 3.50 e 7 euro a kg quella che costa meno fa schifo e viene dall’Olanda, oggi ho pagato 1,15 euro un broccolo minuscolo!!! stando molto attenta a quello che compro per mangiare spendo circa 200 euro (senza carne!!). comunuqe e’ vero che quando torno a Bologna sono sempre impressionata dai prezzi dei supermercati che trovo esagerati. ma i mercati dei produttori costano meno in italia, anche quelli bio, km zero etc..! saluti a tutti

    Reply
  24. federica degli esposti 1 October 2013 at 13:35

    in Germania se non si e’ lavoratore dipendente (per il quale l’assicurazione e’ prevlevata al 50% a mente dal salario e al 50% pagata dal datore di lavoro) l’assicurazione sanitaria costa in media 350 euro al mese a testa per avere l’assicurazione con copertura totale delle assicurazioni no profit “statali” AOK e TKK. non conosco la legge per quanto riguarda i pensionati che sono una categoria a parte. dovreste contattare direttamente AOK o TKK per sapere se la vostra assicurazione sanitaria potrebbe venir coperta dalla pensione italiana o se ci sono altre coperture
    etc..

    Reply

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *