Premio Enit, la cerimonia di premiazione al ristorante Nizza

20 October 2016

Share Button
dsc_4554-as-smart-object-1-15

I premiati della serata. Foto di Alberto Bonomini.

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Martedì 18 ottobre, si è tenuta la consegna dei premi dell’ENIT ai migliori Medien-Beiträge – cioè ai migliori prodotti di comunicazione culturale, dai libri ai documentari per la tv, dagli articoli alle guide turistiche – prodotti in Germania e dedicati all’Italia.

La serata si è svolta nella sala per ricevimenti del ristorante Nizza sull’Untermainkai, il lungofiume all’altezza dello Schauspiel e della Neue Oper. Una location ottima,degna della serata organizzata sotto il segno della regione Sardegna, principale sponsor.

Le scorse settimane la guria ha avuto un gran da fare per scegliere i migliori tra quasi 200 contributi. Per la maggior parte si trattava di guide turistiche, ma il ventaglio di prodotti era molto variegato: dai blog ai documentari, dai reportage ai servizi televisivi.

enit

Il pubblico della serata. Foto di Alberto Bonomini.

Giunta alla sua ventiduesima edizione, la premiazione riguardava cinque categorie: miglior guida turistica, migliore articolo di viaggio, miglior prodotto multimediale, miglior film di viaggio, miglior blog. Ad ogni consegna, oltre ai premiati, sono saliti sul palco personalità speciali invitate dall’Enit.

dsc_4320-as-smart-object-1-1

Il console generale d’Italia Maurizio Canfora. Foto di Alberto Bonomini.

Così, tra gli altri, si susseguono il sottosegretario allo sviluppo economico Ivan Scalfarotto, l’assessore regionale al turismo della Sardegna Francesco Morandi, il console italiano di Francoforte Maurzio Canfora.

Tutta la serata è stata “trasmessa” anche via twitter con il profilo EntdeckeItalien e l’ashtag #premioenit16.

A ricevere i premi sono stati a pari merito per la categoria “miglior libro” Lisa Dell, Petra Grom e Ines Richter per la guida 46 Wandertouren, guida per camminatori intenzionati a scoprire la Sardegna, e Claudio del Principe autore di Ein Sommer wie damals, libro di cucina che esplora la tradizione italiana.

Anche per la categoria miglior articolo c’è stata una doppia premiazione per due reportage apparsi entrambi sulla rivista Geo (nella sua versione Geo Special nel primo caso e in quella Geo Saison nel secondo caso). A ricevere il premio sono stati Lars Nielsen e Kornelia Dietrich per un resoconto dedicato al meridione italiano e Max Fleschhut per uno più specifico dedicato alla scoperta del Molise, regione tra le meno note per i turisti stranieri.

Florian Fitz ha vinto la categoria Multimedia per la sua Wander-App Gardasee,mentre Emanuela Casentini ha ricevuto il premio nella categoria Reisefilm per la serie di documentari andata in onda su ARTE e intitolata: Italien, meine Liebe.

Infine il miglior blog di viaggio è quello dedicato a Venezia d’inverno di Mela Mörtenbäck.

Il rinfresco a fine serata. Foto di Alberto Bonomini.

Il rinfresco a fine serata. Foto di Alberto Bonomini.

La serata si è conclusa con un buffet e le chiacchiere che si convengono a questi eventi mondani. Le prelibatezze sarde hanno sicuramente convinto molti degli spettatori della necessità di visitare l’isola mediterranea, anche più delle belle parole che forse eccessivamente si sono susseguite da parte di ospiti e istituzioni durante la cermionia di premiazione. Nessun rimprovero, gli 11 milioni di turisti tedeschi che ogni anno visitano la penisola italiana sembrano un buon biglietto da visita per il lavoro svolto dall’Enit.

[ale.gra]

P.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

Share Button