Povera ma Sexy – “W di Wedding”

10 March 2014

Share Button

[Robert Agthe on Flickr / CC BY 2.0 / remixed by Il Mitte]

Leopoldplatz [© Robert Agthe on Flickr / CC BY 2.0 / remixed by Il Mitte]

di Nora Cavaccini*

 – E tu dove abiti?
– A Wedding.
– a Uedding…
– No, a Wedding. Si pronuncia con la W dura, non è inglese.
– Ah, ecco. E dove sta?
– Nord ovest… sopra il Mitte.
– Ah ecco. E ci stai bene?
– Sì, vabbè è un po’ border… ma è fico. Ci stanno molti turchi, era zona operaia.
– Uedding.
– Wedding. Poi adesso stanno aprendo un sacco di cose… dicono che sarà il prossimo quartiere gentrificato di Berlino…
– Gentri che?
– Gentrificato. Sai quando gli studenti, o gli artisti, si iniziano a spostare in un posto, di solito dove costa meno, e da lì iniziano a portarci cose, persone, progetti, e piano piano, nel giro magari di qualche anno, la gente inizia ad andare sempre più a vivere in quel quartiere, e poi, magari dopo qualche altro anno, arrivano le speculazioni immobiliari che fanno salire di nuovo i prezzi delle case e degli affitti, perché adesso tutti vogliono vivere lì…?
– Ah ecco, ho capito.
– Però per il momento si paga ancora poco. Molta gente che conosco ci vive…
– E te che fai?
– Sono un artista.
– Sì ma tipo?
– Dipingo, ogni tanto espongo in dei bar, robbe così…
– Ah ecco.
– Poi vedi, tra di noi che ci abitiamo facciamo pure questa cosa…
– E che vordì?
– È una doppia V con le dita. Sta a significare la W di Wedding.
– Ah.
– È fico.
– Sì, sì, come no, fico.
– Vabbè, io mi prendo un altro cocktail, te?
– Pure…

Clicca sugli indicatori MAPS per foto e informazioni sui luoghi che hanno ispirato il racconto:

* Questo post è stato pubblicato originariamente su Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin, un progetto di Nora Cavaccini. Segui il progetto su Facebook.

Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin è un “viaggio” fisico e letterario. Un percorso che nasce dall’esperienza personale di chi scrive ma che, al tempo stesso, può rappresentare una via alternativa per scoprire la città. Per tutti coloro che, in un modo o nell’altro, ne subiscono il fascino. Berlinesi e non.

Ogni post è costituito da un breve un racconto. A ogni racconto è associata una mappa. Qui, cliccando sugli indicatori, comparirà una descrizione. Si tratta di informazioni “turistiche” che non mirano ad essere esaustive ma a collocare meglio il racconto nei luoghi che lo hanno ispirato.

Share Button