Povera ma Sexy – “Wir bleiben Alle”

24 February 2014

Share Button

di Nora Cavaccini*

Mentre cammina si sente quel sentimento appiccicato addosso.
Prova un’emozione che si ferma in gola, dura, solo al pensare che magari ogni cosa – compreso l’andarsene e l’approdare qui – sia il frutto di una scelta sbagliata.
Non c’è il mare, si mangiano patate, e la lingua è questo blocco di ghiaccio freddo che fatica a sciogliersi.
Eppure…
La città lo accompagna nel suo vagabondare.
Ora c’è un tram che passa sul ponte, ora il fiume e la gru sotto la luna, la palla, la nebbia, la neve, e tutto, ma proprio tutto, sembra che gli si stringa intorno come una morsa bellissima e profonda.
Sente ogni cosa dentro di sé e ciononostante non riesce a possedere nulla.
Se prima gli era sembrato di vivere nell’attesa di un momento destinato a venire sempre dopo, a posteriori, adesso gli pare invece di esistere solo nel qui e nell’ora.
Come non ci fosse altro che il presente, da abitare.
Ma poi la città gli si distacca nella coscienza con un grido.
Da dove vengo? Dove sto andando?
Vorrebbe risposte impresse nelle linee della mano con fatale determinazione.
Invece indossa un paio di guanti neri, di lana spessa, e l’unica cosa che riesce a fare è riempire il tempo di passi.
Con quelli giunge ai piedi di un essere grottesco, che spalanca le fauci e urla su un muro una sentenza: Wir bleiben Alle.
Tanto gli basta.
Noi rimaniamo.
Rimaniamo tutti.

Clicca sugli indicatori MAPS per foto e informazioni.

* Questo post è stato pubblicato originariamente su Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin, un progetto di Nora Cavaccini. Segui il progetto su Facebook.

Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin è un “viaggio” fisico e letterario. Un percorso che nasce dall’esperienza personale di chi scrive ma che, al tempo stesso, può rappresentare una via alternativa per scoprire la città. Per tutti coloro che, in un modo o nell’altro, ne subiscono il fascino. Berlinesi e non.

Ogni post è costituito da un breve un racconto. A ogni racconto è associata una mappa. Qui, cliccando sugli indicatori, comparirà una descrizione. Si tratta di informazioni “turistiche” che non mirano ad essere esaustive ma a collocare meglio il racconto nei luoghi che lo hanno ispirato.

Share Button