Povera ma sexy: qui non è il Berghain

5 September 2016

Share Button

foto 1 (13)

di Nora Cavaccini*

Si sono messi in fila, uno dietro l’altro, aspettando il turno prima di iniziare a salire la rampa di ferro, scalino dopo scalino. Sono ciccioni, sono mezzi nudi, le pance traboccano chiassose. Uno di loro, là nel mezzo, ha l’alopecia. Lo sguardo è spaurito, perché l’occhio altrui va a cadere in quelle zone bianche della testa – nuda e calva a chiazze – che si ritrova.
È domenica, c’è la fila, ma qui non è il Berghain.
Loro sono invece i figli dei turchi venuti a godersi in piscina l’eccezionalità di un weekend berlinese a 30 gradi, e lo stare in silenzio è l’ultima cosa che gli si potrebbe chiedere. Si accalcano, gridano, schiamazzano, alzano spruzzi di acqua mentre intanto le madri, le nonne, bivaccano sull’erba, mangiando e guardando da lontano.
Scalino dopo scalino, uno alla volta, aspettano di scendere giù da uno scivolo di 3 metri e 4 tornanti, lanciando gridolini fino al momento in cui, splash, finiranno dentro l’acqua, in attesa di ricominciare di nuovo.
Non è previsto un “no” all’ingresso, e guai a chi prova a fermali.
All’altoparlante, anzi, una voce stanca e sempre uguale cerca ogni tanto di alzare i toni, ripetendo alla massa scalmanata di fare attenzione, di non oltrepassare i limiti. Come se fosse possibile, di domenica poi.
Nel mezzo della variopinta processione per lo scivolo, svetta anche un dress code tutto nero: lei, sotto il sole, indossa pantaloni aderenti fino alle caviglie e una maglietta attillata fino al collo. Poi un velo sui capelli, nero pure quello, e occhi come bocche di fucile. Ha tredici anni, è molto bella e, partecipe della stessa euforia, scenderà anche lei a breve giù dallo scivolo, ignara della polemica sul burkini e di tutto il resto.
La vita fresca e tintinnante degli uccelli intanto si intrattiene tra le foglie degli alberi senza curarsi troppo di quello che accade giù in basso e Humboldthain – il parco dedicato al famoso naturalista – si stringe intorno, pacato e fiero.

Naviga la mappa per foto e per maggiori informazioni sul luogo che ha ispirato la cartolina ☟⬇⬇↓☟

*Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin, é un progetto di Nora Cavaccini. Segui il progetto su Facebook.

Povera Ma Sexy – Postkarten aus Berlin è un “viaggio” fisico e letterario a Berlino. Un percorso che nasce dall’esperienza personale di chi scrive ma che, al tempo stesso, può rappresentare una via alternativa per scoprire la città. Per tutti coloro che, in un modo o nell’altro, ne subiscono il fascino. Berlinesi e non.

Ogni post è costituito da un breve un racconto. A ogni racconto è associata una mappa. Cliccando sugli indicatori, comparirà una descrizione. Si tratta di informazioni “turistiche” che non mirano ad essere esaustive ma a collocare meglio il racconto nei luoghi che lo hanno ispirato.

Share Button