Università, il primo schizzo della nuova Studi-Haus a West End

4 February 2014

Share Button
Il primo schizzo della nuova Studi-Haus

Il primo schizzo della nuova Studi-Haus

Bannerino_FrancoforteFrancoforte – Due giorni fa l’abbattimento della AfE-Turm ha simbolicamente segnato il progressivo abbandono del quartiere di Bockenheim da parte dell’università. Nel vecchio campus ormai sono poche le attività universitarie rimaste: quasi tutte le facoltà sono già state trasferite all’interno dei nuovissimi e costosissimi palazzi del Campus West End dietro il vecchio palazzo della IG-Farben.

A “resistere” ancora al trasferimento ci sono tutte le “istituzioni” studentesche. Nello specifico la sede dell’AStA, l’organizzazione di rappresentanza degli studenti nata dalle proteste degli anni Sessanta, cioè la Studi-Haus e con essa anche il Koz, il bar autogestito spesso teatro di attività politica e culturale oltre che di feste.

Il trasloco non risparmierà nemmeno loro, ma gli studenti probabilmente sono anche ansiosi di poter tornare ad avere una sede nel cuore della vita universitaria e non, come ora, di fatto lontano da dove si svolgono corsi e seminari.

Se però fino a ieri non si sapeva molto della nuova Studi-Haus ora il progetto inizia a prendere forma. È stato tenuto un concorso e tra le varie proposte avanzate dagli architetti è stato scelto un edificio a impatto zero (una delle richieste degli studenti al rettorato) dotato di un giardino sul tetto e con spazi dedicati sia per il Koz sia per eventuali feste. Sarà presente anche una sala cinema e una ciclo-officina. Il tutto previsto per il 2018.

*Leggi tutte le notizie sulla tua città su Il Mitte / Francoforte*

Certo non mancano le critiche. Il problema principale sembra la posizione. In primo luogo la nuova Studi-Haus sarà accanto ai dormitori gestiti dalle congregazioni cattolica e protestante, il che secondo alcuni potrebbe produrre tensioni considerato che dormire vicino ad una Studi-Haus potrebbe non essere il sogno di tutti.

Inoltre, ad osservare bene la conformazione del nuovo Campus, emerge chiaramente la posizione periferica della nuova sede. A Bockenheim al contrario la casa dello studente era al centro del campus e così era stata voluta dal filosofo-rettore Horkheimer perché sono proprio gli studenti ad essere il cuore dell’università.

Il nuovo sito – in pratica dalla parte opposta della IG-Farben, all’estremità nord del Campus – evidenzia chiaramente un mutamento di prospettiva e un desiderio di allontanare il più possibile l’autoorganizzazione degli studenti. D’altronde è anche comprensibile, il rettorato ha fatto le cose in grande per questo campus organizzando tutto nei minimi dettagli e avere un centro di potere alternativo proprio accanto non gli avrebbe certo fatto comodo.

[ale.gra]

 

.S. Se questo articolo ti è piaciuto, segui Il Mitte Francoforte su Facebook!

Share Button