Contro la mafia internazionale, a Berlino un convegno con Garavini e dalla Chiesa

3 February 2014

Share Button
 [© Rosy Bindi on Flickr / CC BY 2.0]

Il sociologo Nando dalla Chiesa [© Rosy Bindi on Flickr / CC BY 2.0]

Mafia? Nein Danke, l’associazione antimafia di Berlino, organizza il 6 e 7 febbraio un ciclo di seminari per scoprire, insieme a esperti di criminalità organizzata da tutta Europa, quale sarà il futuro dell’antimafia e quali nuovi strumenti legali e tecnologici possono essere messi in atto per porre un freno al crimine organizzato.

Partiamo dal presupposto che non sia più possibile pensare alle organizzazioni criminali di stampo mafioso come piccole bande, il cui interesse principale è rivolto esclusivamente all’estorsione di denaro.

Nel corso degli anni, infatti, il raggio d’azione di tali gruppi si è allargato: non agiscono più solo all’interno dei propri confini nazionali, ma si rivelano in grado di investire ingenti quantità di denaro all’estero, spostano milioni in tutto il mondo con un semplice click, il loro rigido livello di organizzazione le rende paragonabili a delle imprese multinazionali.

Il processo di globalizzazione, che ha portato al progressivo abbattimento delle barriere comunitarie e alla libera circolazione di merci, persone e capitali, ha involontariamente contribuito all’inserimento di tali gruppi nel mercato europeo, permettendo loro di svilupparsi in reti a livello internazionale.

Il tentativo, a livello europeo, di combattere la potente macchina della criminalità organizzata, si scontra con numerosi problemi, quali la differenza tra le legislazioni nazionali degli Stati Membri, le numerose possibilità di sottrarsi ai mandati d’arresto, l’inesistenza di strumenti giuridici idonei a sviluppare un adeguato meccanismo di contrasto, e in ultimo problemi di natura pratica legati alle differenze linguistiche.

Per approfondire questi temi, Mafia? Nein Danke! organizza un convegno suddiviso in 5 seminari, dedicato nello specifico a proposte e riflessioni  per i legislatori europei, sull’importanza del  sequestro e della confisca dei beni come strumento numero uno per la lotta alla criminalità organizzata.

Un convegno con:

Jesús Palomo, Universidad Rey Juan Carlos , Madrid
Sebastiano Tinè
, Commissione-EU, DG Home, Sezione “Financial Crime”
Laura Garavini
, Commissione Antimafia al Parlamento Italiano,  Amburgo/Roma

Hella Gerth, Cultura contro camorra, Bruxelles
Michele Riccardi,
Università Cattolica del Sacro Cuore, Milano
Alexander Dix
, Responsabile della protezione dati, Berlino
Sven Berger,
Ministero degli interni, Berlino

Bernd Finger, ex responsabile della LKA di Berlino per la criminalità organizzata
Valentina Fiore, Direttore generale di Libera Terra Mediterraneo, Palermo, Italia
Petra Leister, Pm, Berlino

Pier Paolo Bruni, Pm, Catanzaro
Nando dalla Chiesa, Sociologo, Università degli Studi di Milano

Quando: Giovedi 6 febbraio, dalle ore 14.30 alle ore 18.30 con una cena alle ore 20.00,
e venerdi 7 Febbraio, dalle ore  9.00 alle ore 16.30.

Dove: Hotel Pestana, Sala Atlantic, Stülerstraße 6, 10787 Berlino

Lingua: I seminari saranno in Inglese, Tedesco e Italiano.
Iscrizione: La partecipazione é gratuita ma é necessario iscriversi mandando una mail a  [email protected]  oppure per telefono al +49-152-15254043 .

Per maggiori info:
Sito: http://www.mafianeindanke.de/tackling-the-illegal-economy
Mail: [email protected]
Evento FB: www.facebook.com/events/218757021644837/
Twitter: www.twitter.com/MafiaNeinDanke

Flyer Mafia Nein Danke

Share Button