La line-up del Berlin Atonal 2015 è completa

19 July 2015

Share Button
berlin-atonal-2014-high-res-©-camille-blake-425

©-camille-blake

di Daria Tombolelli

Lo storico festival tornerà, dal 19 al 23 Agosto, ad occupare l’imponente edificio della Kraftwerk Berlin, una ex centrale elettrica rimasta abbandonata per anni fino al 2007 quando vi ha trovato nuova sede il Tresor, presentando un programma davvero ricchissimo con performance in anteprima mondiale, special projects, show audiovisivi e installazioni.

Tanti gli acts annunciati per la terza edizione del festival, che ha già fatto la storia della scena artistica e musicale di Berlino durante gli anni ’80 e che è tornato ad essere punto di riferimento per l’altissimo livello di cui ha dato dimostrazione negli ultimi due anni. Tra gli altri troviamo: la reunion degli Outside Dream Syndicate; i leggendari Clock DVA; SUMS, una collaborazione tra l’artista della Raster-Noton Kangding Ray e Barry Burns dei Mogwai.

E ancora David Borden e The Mother Mallard Ensemble, il live di Mike Parker, Powell. Regis e Ancient Methods  presenteranno il progetto Ugandan Methods, Shackleton con il debutto del suo live Powerplant,  Varg presenta Ivory Towers e Abdulla Rashim con il progetto Lundin Oil, Lakker con l’anteprima mondiale di Tundra e il live act di Polar Inertia.

Sarà presentato inoltre il nuovo lavoro di Paul Jebanasam con le proiezioni visive dell’artista Tarik Barri, il quale ha collaborato tra gli altri con nomi di spicco quali Thom Yorke, Monolake e Nicolas Jaar.

Un tocco d’Italia infine con Alessandro Cortini che presenterà il suo ultimo lavoro solista “Sonno”, oltre all’esibizione con Lawrence English con cui aprirà sul main stage il primo giorno del festival.

10641092_809983805689690_6274916535887678413_n

© Atonal Official

Spazio anche per le proiezioni: il documentario Industrial Soundtrack For The Urban Decay, una retrospettiva su Tony Conrad e il film Crossroads.

Se tutto questo non dovesse bastarvi ogni serata si concluderà con aftershow party che si terranno nelle strutture del Tresor, OHM e Globus.

Insomma, un evento eccezionale per gli appassionati di sonorità dark, techno, industrial ed electro in una location davvero suggestiva.
Un festival per il quale, ne sono quasi certa, non sarà difficile perdere la testa.

Share Button