La fine del White Trash: è lo stesso proprietario ad annunciarlo

20 December 2016

Share Button

Per il White Trash, storico fast food e locale “rock” di Berlino, sembra essere arrivata la fine. Lo ha dichiarato il suo stesso fondatore, Walter Potts, in un accorato post su Facebook. Venerdì c’è stato un ultimo incontro con i creditori e altri possibili investitori interessati a rilevare il locale, insolvente da mesi.
Lo staff del White Trash sperava di poter in qualche modo continuare a partecipare alla sua attivitá, conservandone lo stile, ma a quanto pare la strada scelta è stata quella del totale cambio di gestione.
“Ovviamente venerdì ero un uomo distrutto” ha scritto Potts sulla fanpage del locale “dopo anni di impegno e di lotta per rendere il White Trash quello che è oggi, lo abbiamo perso. Sabato, però, mi sono preso del tempo per controllare le notizie dal resto del mondo e mi sono detto: al diavolo me e il White Trash, in fondo è solo un edificio!”. Ha quindi aggiunto: “C’è cosí tanto dolore e odio dappertutto, per le strade, è cosí facile odiare. È tempo di mettere fine a tutto questo o sará game over per tutti e c’è un solo modo di farlo: augurando a tutti pace, salute e felicitá nell’imminenza di queste feste”.

Insomma, pare finita, dopo sedici anni, un’esperienza che ha avuto un grande successo a Berlino.
Di sicuro il White Trash, il suo cibo, la sua atmosfera anticonvenzionale e i suoi eventi sopra le righe mancheranno a molti, soprattutto a coloro che hanno sottoscritto la petizione per salvare il locale fino all’ultimo secondo utile.
Resteremo a guardare se e come il vecchio stile conviverá con la nuova gestione o se piuttosto ci saranno massicci e radicali cambiamenti.

Share Button