#Kolibri: Il Muro di Berlino (1961-1989)

18 November 2014

Share Button
© MarkGuitarPhoto [licenza: CC BY-NC-ND 2.0]

© MarkGuitarPhoto [licenza: CC BY-NC-ND 2.0]

(Pubblicato sul Fatto Quotidiano del 16.11.14)

Venticinque anni fa cadeva il Muro che divideva in due la Germania. Come se da noi abbattessero la Salerno-Reggio.

Il Muro fu eretto dal regime della Ddr per fermare la fuga di migliaia di lavoratori specializzati. Metti che in mezzo ci fosse un idraulico.

Il giorno in cui la Ddr iniziò la costruzione del Muro, Kennedy si arrabbiò moltissimo. È l’ultima versione della Cia sulle cause del decesso.

Alto tre metri e sessanta, il Muro impediva di vedere cosa accadeva dall’altra parte. Così a Est cominciarono a spiarsi tra loro.

I militari della Germania comunista avevano l’ordine di sparare a tutti quelli che provavano a scavalcare il Muro. Ma a ciascuno secondo i suoi bisogni.

Un dissidente tentò di varcare il Muro a bordo di una mongolfiera, ma precipitò. Allora decise di scaricare la Trabant.

Il merito politico della caduta del Muro va a Mikhail Gorbaciov, l’uomo che mise fine alla Guerra fredda. Arrendendosi.

Berlino ospita ancora alcune parti del Muro. Tutto il resto lo trovate a Kiev.

A Est del Muro viveva anche Angela Merkel. In fondo la Ddr voleva solo proteggerci.

@_edelman

⇒ Leggi #Kolibri, la rubrica di edelman su Il Mitte. 

Share Button