Jut: con l’autunno torna la rubrica dei proverbi tedeschi

9 October 2016

Share Button

lepre photo

Ben ritrovati e buon autunno.

Jut torna con proverbi, modi di dire ed espressioni curiose in lingua tedesca versione prêt-à-porter, pillole pronte all’uso per la vita quotidiana.

Parole chiave del mese: Hase, lepre – Fuchs, volpe

Ein alter Hase sein, essere una persona con molta esperienza, in senso positivo. Questo modo di dire allude al fatto che per la lepre sopravvivere a molti predatori è abbastanza raro e quindi richiede molte capacità; in senso completamente contrario si usa l’espressione ein heuriger Hase sein, ovvero essere una lepre di quest’anno, un novizio, con poca o scarsa esperienza.

Falscher Hase, il polpettone (gastronomico).

Wissen, wie der Hase läuft, prevedere come andranno le cose.

Da liegt der Hase im Pfeffer! Corrispondente del nostro: E qui casca l’asino!

Angsthase sein, essere un fifone.

Ma torniamo alla volpe e prendiamo due piccioni con una fava – zwei Fliegen mit einer Klappe schlagen, letteralmente; colpire due mosche con lo scacciamosche.

Si dice anche anche in tedesco ein alter Fuchs sein, essere una vecchia volpe oppure ein schlauer Fuchs sein, essere scaltro come una volpe con significato ambiguo, una persona con esperienza ma anche astuzia.

Stinken wie ein nasser Fuchs, letteralmente puzzare come una volpe bagnata. Modo di dire che suona simpatico ma non è proprio un complimento!

Wo sich Fuchs und Hase gute Nacht sagen, espressione idiomatica che richiama alla memoria il mondo delle favole, si usa infatti per intendere in un posto remoto o lontano in tutti i sensi.

sabee lanzSabina Lanzoni: Ancora oggi mia madre ama raccontare che la mia propensione per la lingua tedesca si intuiva già durante le nostre prime vacanze al mare. Pare infatti che, fin da piccola, amassi inventare parole germanofone, ma, ahimè, totalmente incomprensibili anche ai bambini tedeschi della Riviera Adriatica della metà degli anni ’70. Fortunatamente la maturità linguistica ha colmato tale lacuna e l’estate seguente la caduta del Muro ho vissuto il mio primo periodo berlinese. Dagli anni dell’università (Dams, con indirizzo storia del cinema… tedesco, na klar!) ho sempre continuato a frequentare ed amare la città nel suo costante divenire.

Jut, ovvero gut in dialetto berlinese, vuole essere un piccola rubrica per condividere proverbi e modi di dire, nella doppia versione italiana e tedesca, sia per il puro piacere della
conoscenza della lingua, sia per offrire una buona risposta quando serve.
A buon intenditore poche parole… dem Kenner reichen wenige Worte.

 

Share Button