Italo-Berliner, gran finale con mostra e festa all’Istituto

29 March 2013

Share Button
bocca_bacco

Un famoso ristorante italiano a Berlino

Dopo l’edizione straordinaria (cui ha partecipato anche Il Mitte), una grande festa finale: si conclude il ciclo di incontri “Italo-Berliner: un rifugio culturale?”, organizzato da Elettra de Salvo in collaborazione con Nora Cavaccini e sotto il patrocinio dell’Istituto Italiano di Cultura.

In quest’ultimo appuntamento, i protagonisti saranno proprio gli italo-berlinesi. Sarà allestita una mostra fotografica sul fenomeno della “spaghettizzazione” a Berlino, ovvero sulla diffusione dell’italiano quale lingua acquisita da numerosi esercenti (tedeschi e non) nelle insegne delle loro attività ed imprese.

Siete tutti invitati ad inviare delle foto di insegne e luoghi specifici (ristoranti, negozi, locali) che portano un nome italiano, allegando possibilmente l’indicazione della strada in cui sono state scattate. Le migliori saranno selezionate, esposte nella mostra e premiate la sera stessa. In palio una serie di premi tra cui: un corso di tedesco, una cena, due biglietti per una proiezione in italiano al Babylon Kino.

Verrà, inoltre, presentata una decina di progetti, preventivamente selezionati, di qualsiasi genere (attività culturali, gastronomiche, sociali, ricreative, didattiche o di altro genere). Chiunque sia coinvolto in un progetto e intenda presentarlo e sponsorizzarlo, è dunque incoraggiato ad inviare una breve sinossi, e per due minuti potrà raccontare la propria idea al pubblico in occasione della serata del 12 aprile.

Ecco le coordinate:

12 aprile 2013, ore 19:00
Istituto Italiano di Cultura Berlino
Italo-Berliner: eine kulturelle Zuflucht?

La serata si concluderà con un buffet e il dj set a cura di Sonia Brex.
Ricordiamo che, questa volta, è richiesta una prenotazione via mail al seguente indirizzo: [email protected] entro il 7 aprile!
L’ingresso è gratuito.

Progetto e realizzazione: Elettra de Salvo

Assistenza drammaturgica: Nora Cavaccini
Assistenza allestimenti: Filippo D’Antoni
Perfomer: Carlo Loiudice/Paolo Nikli/Margherita Vestri

Discorso introduttivo: Stefano Vastano (L’Espresso)

Share Button