Italiano con due bombe a mano in valigia, allarme all’aeroporto di Berlino

24 December 2013

Share Button

Aveva comprato due bombe a mano in uno di quei piccoli rivenditori di memorabilia militari che, spesso, si incontrano per le vie di Berlino. Le aveva comprate come ricordo della sua visita, e le aveva messe in valigia per riportarle in Italia.

Le due granate, fortunatamente inutilizzabili perché prive di esplosivo, hanno causato una certa apprensione alla polizia aeroportuale di Schönefeld, che ha dovuto procedere ad una perquisizione accurata dei bagagli contenenti i pericolosi souvenir.

Gli specialisti hanno analizzato le bombe a mano scoprendo, con grande sollievo, che il 43enne italiano diretto a Venezia non aveva la minima intenzione di realizzare un attentato dinamitardo: le Handgranaten, infatti, erano solamente due gusci vuoti.

Gli agenti hanno comunque deciso di sequestrare le due granate prima di consentire all’uomo di proseguire il suo viaggio di ritorno in Italia.

Share Button