Im Ex: Impressionismo ed Espressionismo a confronto all’Alte Nationalgalerie

25 June 2015

Share Button

di Mirea Cartabbia

L’Alte Nationalgalerie ha inaugurato da circa un mese una nuova esposizione dal titolo Im Ex – Impressionismus X Expressionismus. Kunstwende che sarà visitabile fino al 20 settembre 2015.

La particolarità della mostra è che mette a confronto diretto due correnti artistiche che sembrano avere davvero poco in comune: l’Impressionismo e l’Espressionismo. Ad essere esposte ci sono circa 160 opere di artisti tedeschi e francesi, provenienti sia da altri musei, sia da collezioni private, oltre che dalla Alte Nationalgalerie stessa. Il museo infatti è stato uno dei primi a dare credito all’arte impressionista e a scegliere di esporre alcuni lavori, tra l’altro organizzando una grande mostra già nel 1919.

I due stili sono molto diversi tra loro, lo abbiamo detto, quasi fino a sembrare contrapposti. Se l’Impressionismo si concentra maggiormente sull’atto di vedere se stessi, l’Espressionismo invece rappresenta le emozioni ed i sentimenti.

Nonostante le numerose differenze, le due correnti hanno in comune moltissimi punti, ad esempio il sentimento anti-accademico ed anti-borghese, l’amore per la rappresentazione in esterno e l’apprezzamento per lo stile di pennellata soggettivo ed individuale.

Il rischio in una mostra come questa è quello di cadere nei cliché: da un lato l’arte dell’impressione, tipicamente francese e con un approccio di affermazione della vita, e dall’altro l’arte dell’espressione, tipicamente tedesca e testimone anche del sentire esistenziale germanico. La contrapposizione banale viene superata grazie alla varietà dei pezzi esposti e degli artisti scelti a rappresentare le correnti: per l’Impressionismo infatti oltre ad esserci Monet, Degas e Renoir, ci sono Liebermann e Lovis Corinth; mentre a mostrare il valore dell’Espressionismo ci sono artisti del calibro di Kirchner, Nolde, and Pechstein.

Il costo dell’entrata è di 12€ intero e di 6€ ridotto. Sono disponibili delle audioguide in tedesco, francese o inglese. Per maggiori informazioni potete visitare il sito ufficiale.

Share Button